Oggi inaugurazione a Persone

Un nuovo ostelloper un turismoeco-compatibile

29/09/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Un nuo­vo ostel­lo, real­iz­za­to dal­la Comu­nità mon­tana par­co Alto lago bres­ciano con il sosteg­no del Grup­po di azione locale «Gar­da & Valle Sab­bia», sarà inau­gu­ra­to sta­mat­ti­na alle 11, in local­ità Per­sone di Valvesti­no. Al tem­po stes­so ver­ran­no pre­sen­tati due prog­et­ti pilota, ded­i­cati al cosid­det­to «eco­museo» e al mod­el­lo dell’albergo dif­fu­so, per rilan­cia­re lo svilup­po tur­is­ti­co rurale del­la zona.Si trat­ta dell’ultimo appun­ta­men­to del ciclo di inizia­tive «Ter­ra tra i due laghi: sei gior­nate per un futuro da leader», pro­mosso dal Gal per pre­sentare il lavoro svolto nel pro­gram­ma «Leader +» e il nuo­vo prog­et­to 2007–2013.L’ostello di Per­sone, che si aggiunge a quel­lo recen­te­mente allesti­to a Tura­no, por­ta in dotazione una trenti­na di nuovi let­ti: alcu­ni in camere sin­gole, altri in doppie o triple. Ci sono anche cam­er­ate per le comi­tive. Queste due strut­ture van­no ad aggiunger­si ai carat­ter­is­ti­ci fie­nili del bor­go di Cima Rest (30 posti), da tem­po ria­dat­tati ai fini ricettivi, e a una quindic­i­na di appar­ta­men­ti dis­lo­cati tra Tura­no, Capo­valle, Mag­a­sa, e for­mer­an­no il cosid­det­to «alber­go dif­fu­so» del­la Valvestino.L’albergo dif­fu­so con­siste in una entità ricetti­va for­ma­ta da locali dis­lo­cati in immo­bili diver­si: una soluzione par­ti­co­lar­mente adat­ta a quei cen­tri che inten­dono tute­lare le pro­prie specificità.È una for­mu­la inno­v­a­ti­va ed eco­logi­ca­mente sosteni­bile, per­ché non prevede alcun inter­ven­to infra­strut­turale, quin­di non mod­i­fi­ca l’assetto del ter­ri­to­rio ma pun­ta al recu­pero del pat­ri­mo­nio pae­sag­gis­ti­co esistente.