Editorialisti, politici di spicco e per finire la generosità targata Avis

Veneziani inaugura il week end segnato da cultura e solidarietà

12/11/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Un inten­so week end cul­tur­ale a Salò. Il cartel­lone si aprirà stasera alle 20.30, nel­la sala dei Provved­i­tori del Munic­i­pale, con Mar­cel­lo Veneziani, con­sigliere di ammin­is­trazione del­la Rai ed edi­to­ri­al­ista del quo­tid­i­ano «Libero», che pre­sen­terà il suo ulti­mo vol­ume, «I vin­ti: i per­den­ti del­la glob­al­iz­zazione e loro elo­gio finale», edi­to da Mon­dadori. Un appun­ta­men­to pre­vis­to dal­la rasseg­na «Incon­tri con i per­son­ag­gi», che si svolge in col­lab­o­razione con Gar­done Riv­iera. L’ingresso è libero, ma si con­siglia la preno­tazione al 347–8880691. Cat­toli­ci, islam­i­ci e merid­ion­ali, fascisti e comu­nisti, con­ser­va­tori e riv­o­luzionari. Ecco gli scon­fit­ti di oggi: quel­li che vivono il dis­a­gio del­la glob­al­iz­zazione, sfi­dan­done gli imper­a­tivi pub­blic­i­tari e il cul­to calvin­ista del vinci­tore. Sette capi­toli, ognuno iden­ti­fi­ca­to da un col­ore: bian­co per il Papa e il cris­tianes­i­mo, rosso e nero per comu­nisti e fascisti. Sem­pre stasera, ma nel­la sede Arci di vico­lo Orti e alle 21, il vicepre­side dell’Istituto tec­ni­co Bat­tisti, Pier­car­lo Belot­ti, pre­sen­terà «Qui le cicogne non volano più», il libro di appun­ti, notizie e ricerche di Vit­to­rio Bolis, un volon­tario locale impeg­na­to nell’immensa area ex sovi­et­i­ca col­pi­ta da Cer­nobyl. Sarà pre­sente l’au­tore. Gli «Ami­ci del gol­fo» ter­ran­no invece l’assemblea annuale alla Con­ca d’oro. «Tra gli obi­et­tivi che ci erava­mo pre­fis­si — sot­to­lin­ea il pres­i­dente -, uno è già sta­to rag­giun­to: la real­iz­zazione del pri­mo trat­to del­la passeg­gia­ta a lago. Ora si trat­ta di pros­eguire l’opera per arrivare fino alla Can­ot­tieri». Per domani sono pre­visti due appun­ta­men­ti. Alle 17 nel­la sala dei Provved­i­tori l’esibizione del coro francese di Tre­beur­den, local­ità del­la Bre­tagna gemel­la­ta con Vil­lan­uo­va. Saran­no pro­posti struggen­ti can­ti dei mari­nai, nenie e brani popo­lari. Il «Con­cer­to del­la fratel­lan­za» si con­clud­erà con l’esecuzione di danze in cos­tume. Ingres­so libero. L’associazione Con­trasti e l’assessorato Servizi ai gio­vani porter­an­no invece un con­cer­to di folk irlan­dese (alle 21) nel Cen­tro sociale «I pini». Pas­si­amo a domeni­ca. Sem­pre nel­la sala dei Provved­i­tori, alle 10 ci sarà l’incontro con San­dro Bon­di, uno degli uomi­ni di spic­co di Forza Italia. Introdot­to da Rina Gam­bi­ni e Giuseppe Benel­li, in col­lab­o­razione con l’associazione «Riv­iere del Bena­co», Bon­di par­lerà del suo vol­ume «Tra destra e sin­is­tra». E alle 17, i «Pomerig­gi musi­cali» pro­por­ran­no i pianisti Andrea Car­cano e Ste­fano Noz­zoli e le Vari­azioni di Bach e la Sonata n. 8 di Prokofiev. Car­cano, milanese, è sta­to pre­mi­a­to in numerosi con­cor­si inter­nazion­ali. Par­ti­co­lar­mente impeg­na­to nel­la divul­gazione delle opere di Muzio Clemen­ti e degli autori del­la pri­ma parte dell’Ottocento, ha lavo­ra­to per esem­pio al Man­zoni di e al Ponchiel­li di Cre­mona. Noz­zoli si è diplo­ma­to nel di Cuneo. E in occa­sione del restau­ro del film «Frate sole» del 1918, ha ese­gui­to e reg­is­tra­to la nuo­va colon­na sono­ra. Con il clar­inet­tista Michele Marel­li ha vin­to le audizioni del­la Gioven­tù musi­cale d’Italia. Per finire, sem­pre domeni­ca si svol­gerà la «Fes­ta delle rose» orga­niz­za­ta dall’. Alle 18 il ritro­vo nel­la sede di piaz­za Serenis­si­ma, inti­to­la­ta recen­te­mente al fonda­tore Ugo Gagliar­di, aneste­sista all’ospedale e, a suo tem­po, pres­i­dente del­la squadra di cal­cio di casa. Dopo la pre­mi­azione dei dona­tori ben­e­mer­i­ti e il rin­fres­co, alle 18 nell’auditorium dell’Istituto tec­ni­co Bat­tisti si ter­rà lo spet­ta­co­lo dialet­tale di musi­ca e cabaret «Fat & Ten­der», con e Gior­gio Zanetti.