lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAttualitàLa tesoreria dello Stato riceve oltre 7 miliardi di euro dal gioco...

La tesoreria dello Stato riceve oltre 7 miliardi di euro dal gioco d’azzardo nei primi 11 mesi

Per noi è ora disponibile il Conto riassuntivo del Tesoro al 30 novembre 2022, reso disponibile dalla ragioneria generale dello stato. Dall’ambito del gioco arrivano, nelle casse dell’Erario ben 7,125 miliardi di euro. Questa quota viene ricavata dalle entrate erariali delle attività di gioco, lotto e lotterie, registrata dal primo gennaio al 30 novembre 2022. Questo è il conto riassuntivo del Tesoro, redatto dalla Ragioneria generale dello Stato.

Nel Dettaglio

Chi ha guadagnato la maggioranza di questi proventi sono i prelievi erariali sugli apparecchi comma 6, slot e Vlt, che hanno portato alle casse dello state ben 4,9 miliardi di euro. Queste quote sono seguita a ruota dai proventi del Lotto, che sono pari a 1,323 miliardi di euro. Dopodiché si parla dei 350 milioni di proventi delle attività di gioco e ultimi i 344 milioni derivanti dalla quota del 40 percento dell’imposta unica sui giochi di abilità, concorso pronostici, senza dimenticare che 70 milioni arrivano dal diritto fisso erariale sui concorsi pronostici.

Quando si parla di gioco d’azzardo, si tende a dimenticare l’ultima tendenza: il gioco d’azzardo online. Questo fenomeno, diventato molto famoso durante la pandemia, è oggi spesso l’opzione preferita per molti giocatori che amano giocare senza doversi spostare dalla propria dimora. Questo tipo di piattaforme non servono solo a giocare, ma anche ad informarsi. Esse sono infatti ricche di recensioni di casinò, che possono aiutare a capire meglio come funziona il mondo del gioco d’azzardo, e per direzionare i giocatori verso il casinò online più adatto alle vostre esigenze.

Apparecchi da divertimento

La lista delle entrate non finisce qui, infatti ben 10 milioni sono riconducibili ai canoni di concessione per la gestione della rete telematica riguardante tutti gli apparecchi di divertimento e di intrattenimento, per non parlare dei giochi numerici a totalizzazione nazionale. Ben un miliardo e 421 milioni sono gli incassi derivanti dalla vendita di biglietti delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea. Ovviamente queste quote vengono seguite da altri giochi, meno popolare ma comunque di successo. Uno di questi è il gioco del bingo, che ha portato ben 150,6 milioni nelle casse dello stato.

Per concludere, le ultime due entrate menzionate dalla tesoreria dello stato sono ben 295 somme versate da parte dei concessionari di gioco praticato mediante apparecchi e 504,4 dalla ritenuta del 6 percento sulle vincite di gioco del lotto. Questi valori dipingono un quadro della situazione che fa capire come l’ambito del gioco, seppur in un momento di crisi, continui ad essere fonte di incassi per il nostro paese. Questo ha un impatto su tutti i livelli, e ci porta a pensare agli ambiti collegati al gioco d’azzardo, come il turismo, ma soprattutto alle nuove iniziative portate a investire sul piano industriale, che ovviamente beneficiano dalla liquidità delle casse dello stato. Nonostante il momento di crisi, il nostro paese lavora per migliorarsi, e prova spesso strategie nuove per accumulare ricchezza. C’è da dire che il gioco d’azzardo è ormai parte della nostra cultura e del nostro territorio, e che quindi sia più facile, per questo ambito, attingere ad ingenti guadagni anche in momenti di crisi.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video