lunedì, Luglio 22, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiLe lastre di granito per disegnare il sedime di san Rocco
Iniziati dai vicoli i lavori dell'arredo urbano dell'ultima piazza del vecchio centro

Le lastre di granito per disegnare il sedime di san Rocco

Lo scadenziario dei lavori in centro prevede entro Pasqua il completamento dell’arredo urbano di piazza san Rocco e dei tre vicoli, Lucertola, Faggio ed Usignolo, che vi sbucano. Il progetto della piazza è firmato Winkler, il resto è dovuto all’ufficio tecnico. L’amministrazione ha scelto di affidare tutto il lavoro in un appalto unico, per risparmiare tempo. La pavimentazione è identica a quella di piazza Benacense. La particolarità riguarda la vecchia chiesa di san Rocco, danneggiata da una cannonata degli italiani durante la prima Grande guerra e poi risistemata ed adattata quando Giancarlo Maroni ridisegnò l’antico accesso sud della città, attraverso la porta bruciata. Ne sono rimasti presbiterio e cupola. Winkler ha previsto di segnare, sul pavimento della piazza, il sedime del tempio com’era in origine, utilizzando le lastre di granito che oggi disegnano l’ottagono fra edifici privati, municipio e cappella dedicata ai Caduti in guerra. Quelle lastre sono a loro volta un pezzo di storia civica: fino ai primi del Novecento erano posate, a liste continue, nel mezzo delle strade principali (Fiume, Mazzini, Diaz, Disciplini, Florida, Maffei) per offrire ai carri carichi un transito più agevole. Rimosse, furono reimpiegate per l’ottagono. Rimosse una seconda volta, segneranno il perimetro della chiesa bombardata. Il resto, piazza e vicoli, verrà ultimato con i cubetti di porfido di prima scelta, più grandi del normale, come tutto il centro.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video