venerdì, Luglio 19, 2024
HomeAttualitàNicolus, la tecnologia sui fondali
Munito di motori, telecamere e Gps satellitare può essere utilizzato anche nella ricerca di persone. È un mini sommergibile in grado di raggiungere i 300 metri

Nicolus, la tecnologia sui fondali

Le ricerche compiute nei giorni scorsi per recuperare i corpi dei due poveri sommozzatori trentini Claudio Cattoni e Massimo Berti, morti domenica scorsa nelle acque antistanti Corno di Bò, hanno evidenziato l’importanza che la tecnologia ha ormai raggiunto anche in questo tipo di operazioni. Dopo una breve ricerca abbiamo scoperto che a Maderno, una società privata di produzioni televisive, la Rvm, ha in dotazione un piccolo gioiello completamente computerizzato, munito di due motori orizzontali e uno verticale, di due telecamere (una ad alta risoluzione) e sitema Gps satellitare in grado di raggiungere la profondità di 300 metri. Si tratta di Nicolus, un mini sommergibile (poco più di un metro per 60 centimetri) già in dotazione ai Vigili del fuoco di Genova, alla Marina Militare statunitense e a quella finlandese, che a differenza della pur preziosissima telecamera dei vigili del fuoco di Trento, non viene trascinato da un cavo. «Nicolus – spiega il titolare dell’azienda, Angelo Modina, che già collabora con un fotografo rivano – può muoversi autonomamente all’interno di anfratti e grotte grazie al suo sistema di propulsione, controllato dall’unità di superficie, l’imbarcazione Capitan Nemo, con un semplice joystick. Lo utilizzeremo nei prossimi giorni prossimo per alcune riprese destinate al programma Rai “Linea Verde”. Scenderemo a riprendere una galea veneziana che giace sul fondale davanti a Lazise».Oltre che per fini culturali e scientifici (la Rvm sta già realizzando un documentario commissionato dalla provincia di Brescia per svelare il mistero su dove e come i coregoni depongono le uova), Nicolus potrebbe essere utilizzato anche in ricerche come quelle compiute nei giorni scorsi nella parte settentrionale del Garda? «Certo – continua Modina – si tratta di un’apparecchiatura estremamente versatile. Entro Pasqua il nostro modello sarà dotato di braccia meccaniche in grado di riportare in superficie gli oggetti. In caso di necessità, Nicolus può essere affiancato ai mezzi di pompieri e forze dell’ordine in poco tempo e in qualsiasi lago della nostra provincia».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video