venerdì, Luglio 19, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiParking riaperto alla nuova funivia
Da domani si potrà posteggiare Ultimato l’impianto automatico antincendio

Parking riaperto alla nuova funivia

Sarà riaperto domani mattina il parcheggio interrato della stazione a valle della funivia che collega il centro dell’alto lago ai 1760 metri di Tratto Spino. La struttura era rimasta chiusa per quasi due mesi al fine di consentire il completamento dell’impianto automatico antincendio e ora, ottenuto nel pomeriggio di ieri il nulla osta di utilizzo da parte dei vigile del fuoco, è pronta a soddisfare la «fame» di parcheggi da parte delle centinaia di utenti che nel fine settimana decidono, complici le belle giornate di sole, di andare a sciare sul Baldo. La neve caduta ha permesso a monte l’apertura di tutte e tre le sciovie disponibili e vale a dire La Colma, Pozza della Stella e Paperino. Impianti presi d’assalto da quasi mille persone nell’ultima domenica di gennaio confermando in linea di massima il trend dei precedenti giorni festivi. Il buon movimento registrato nei weekend è determinato anche dalla «politica» dei prezzi decisamente alla portata di tutte le tasche. Il biglietto di andata e ritorno della funivia comprensivo del pass per l’utilizzo delle tre sciovie che partono da Tratto Spino è contenuto in undici euro nei giorni feriali e quattordici in quelli festivi. Per coloro poi che vorranno da domani utilizzare il posteggio sotterraneo a valle ci sarà da aggiungere altri tre euro per l’intera giornata di sosta dell’automobile. Parcheggio che può arrivare ad ospitare 172 auto oltre a fornire spazi sempre coperti per mezzi a due ruote. All’esterno sono inoltre disponibili altri 24 posti auto mentre a circa un chilometro dalla stazione a valle della funivia è sempre aperto il capiente parcheggio di Campogrande. L’attrazione turistica intrinseca del nuovo impianto di risalita con cabine rotanti, inaugurato il 24 luglio dello scorso anno dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ha decisamente fatto lievitare il numero di presenze sul Baldo e di riflesso a Malcesine. Non c’è dubbio però che per quanto riguarda lo sviluppo della stagione invernale molta strada debba ancora essere fatta e ineludibile diventa per una serie programmazione la dotazione sul Baldo di cannoni spara neve. Intanto c’è da registrare per l’anno appena concluso dati decisamente sbalorditivi sul numero di utenti saliti a bordo della nuova funivia per raggiungere le cime del «Giardino d’Europa». Nei quattro mesi scarsi d’apertura (fine luglio, agosto, settembre e ottobre) l’impianto di risalita ha trasportato 168.862 passeggeri per un incasso di un milione 650 mila euro. Numeri che superano di gran lunga la media registrata nei quattro anni precedenti, sempre considerando lo stesso lasso di tempo, attestata a 114.137 passeggeri. Nell’agosto scorso sono state ben 69.056 le persone che hanno staccato il biglietto per raggiungere Tratto Spino ad una media giornaliera di 2227 viaggiatori. Il tutto ovviamente senza code grazie alla capacità del nuovo impianto di trasportare seicento persone all’ora. Quota 49mila, sempre di passeggeri, invece per il mese di settembre mentre ad ottobre sono stati 25.685 i biglietti staccati. Ottomila in tutto le mountain bike caricate in cabina e circa 800 i cani trasportati sul Baldo. Numeri che fotografano le enormi potenzialità dell’impianto di risalita costruito in tempo di record, dieci mesi, da un consorzio di enti pubblici composto dalla Provincia, Comune di Malcesine e Camera di Commercio. Consorzio presieduto da Giuseppe Venturini che ora grazie anche ai finanziamenti regionali e statali, in totale 5 milioni di euro, sogna di dar il via in tempi brevi ai lavori di costruzione della stazione a monte di Tratto Spino.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video