giovedì, Giugno 13, 2024
HomeEconomiaPoco ma eccellente l'olio d'oliva extravergine
Il nostro olio ha caratteristiche organolettiche diverse da quello prodotto in Toscana o in Puglia, il che lo rende anche più facilmente commercializzabile

Poco ma eccellente l’olio d’oliva extravergine

Sono un’ottantina i produttori di olio d’oliva nell’Alto Garda. In pratica coincidono con i produttori trentini visto che l’olivo non si estende oltre i confini del nostro comprensorio e che le nostre olivate sono le più settentrionali del mondo, stando a quanto riferiscono gli esperti. Un bel primato che l’agricoltura locale deve tenersi stretto e trasformare anche in un primato qualitativo oltre che geografico. Già il nostro olio ha caratteristiche organolettiche diverse da quello prodotto in Toscana o in Puglia, il che lo rende anche più facilmente commercializzabile ad una clientela che cerchi un prodotto più leggero, meno caratterizzante. Ora è arrivata anche la Dop, la denominazione d’origine protetta che porterà nuovi benefici ai nostri produttori. Ciò nonostante la produzione del ’99 non è stata all’altezza delle aspettative. Un dato che è emerso qualche sera fa nel corso dell’assemblea degli olivocoltori altogardesani promossa dall’Associazione Agraria. Una seduta necessaria per nominare i delegati trentini che poi parteciperanno a breve all’assemblea generale dell’Associazione italiana produttori olio (l’Aipo) in programma a Verona. Lo scorso anno gli olivocoltori trentini hanno raccolto 6.500 quintali di olive. Una quantità giudicata discreta ma non buona dai tecnici dell’Agraria. L’obiettivo – come ci spiegava il direttore Mario Zumiani – è di raggiungere la media annua di 9 mila quintali. L’olio ottenuto dalla campagna dello scorso anno è misurabile in 1.150 ettolitri, peraltro di ottima qualità con un’acidità media dello 0,2-0,3%. Al miglioramento dell’olio trentino stanno lavorando non solo l’Agraria ma anche la Provincia e l’ente per lo sviluppo dell’agricoltura trentina. Si sta investendo sulla raccolta anticipata e sulla consegna immediata al frantoio per la molinatura di un prodotto che sia fresco e fruttato. Si è proceduto con il rinnovo degli impianti di olivi e con la sostituzione dei vecchi impianti di estrazione a presse che davano problemi di qualità. La Dop (l’olio è l’unico prodotto trentino ad averla ottenuta) sarà oggetto di una prossima campagna promozionale dedicata all’extravergine del Carda trentino.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video