mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiRana: «Farò uno spot con Olivier e Vivien Leigh»
Consegnati a Punta San Vigilio i premi del primo concorso letterario Riviera, intitolato ai due grandi attori hollywoodiani

Rana: «Farò uno spot con Olivier e Vivien Leigh»

Fuori dagli schemi. Raramente succede di assistere ad un premio letterario e vivere due ore di sano umorismo, pur non perdendo di vista l’essenza del concorso. Tutto questo è avvenuto domenica sera nella prestigiosa Villa San Vigilio durante le premiazioni del concorso nazionale letterario Riviera dedicato a Laurence Olivier e Vivien Leigh, due miti hollywoodiani che nel 1953 scelsero la Locanda di San Vigilio per le loro vacanze gardesane. Abbandonata ben presto l’aurea di accademia e riti gessati la cerimonia è stato tutto un fiorire di rime «baciate» dalla genuinità della giuria composta da personaggi del mondo della cultura e dell’imprenditoria. A partire da Giovanni Rana nei panni di padrone di casa e esperto di comunicazione grazie a campagne pubblicitarie innovative. «Il mio sogno, ha affermato l’industriale nativo di Cologna Veneta, «è girare i prossimi spot a fianco di Vivien Leigh, la Rossella O’Hara di “Via col vento”, e il grande Laurence Olivier». In attesa di trasformare i desideri in realtà Rana si è accontentato di celebrare i due attori in compagnia di Paolo Bosisio, consulente del Piccolo Teatro di Milano e direttore artistico del Vittoriale degli Italiani, il quasi novantenne professor Giuseppe Pimazzoni, sindaco di Garda ai tempi delle vacanze lacustri dei due divi, e Romano Brusco consigliere con delega alla cultura di Bardolino. A loro fianco a completare la schiera di giurati il segretario del concorso Andrea Torresani e Roberto Gianfreda, membro della commissione cultura del Comune di Verona. Assenti giustificati il direttore d’orchestra Jan Langosz e la cantante lirica Cecilia Bartoli. A loro è toccato il compito di scegliere, tra quasi settanta poesie e novelle, i vincitori del concorso letterario organizzato dal periodico «Corriere della Riviera» con il patrocinio della Provincia e dell’Azienda di promozione turistica del Garda. Per la sezione poesia inedita il premio è andato a Maria Luisa Pedrotti Rigo di Vicenza mentre il trofeo Cangrande è stato assegnato a Rosetta Mor Abbiati di Verolanuova Brescia. Nella categoria «Novelle inedite» riconoscimento per Luciano Prosperi di Roma, seguito da Pinuccia Pienazza di Desenzano. La sezione poesia edita ha visto invece l’affermazione di Adriano Barghetti di Viareggio con secondo posto di Adriano Bottarelli di Brescia. Coppa degli Olivi per Adriano Foschi di Garda. Vana la speranza di veder spuntare a Villa San Vigilio Roberto Gervaso, vincitore per il giornalismo del premio Laurence Olivier. «Purtroppo si è sentito poco bene ed è ritornato a casa», ha spiegato Torresani ai numerosi presenti e all’assessore provinciale Davide Bendinelli, al sindaco di Garda Giorgio Comencini, di Bardolino Armando Ferrari e il presidente dell’Apt 12 Enrico Merenda. Però in un successivo comunicato degli organizzatori, giunto ieri a tarda serata , la motivazione invece, sarebbe diversa. «Quando tutti lo aspettavano per la cerimonia, il giornalista e scrittore non si è fatto vedere.» Trattenuto a Milano per impegni con la trasmissione «La Macchina del Tempo» Alessandro Cecchi Paone (vincitore per la divulgazione scientifica), che ha fatto,comunque, pervenire agli organizzatori del premio una lettera di scuse. Direttamente da Trieste è invece giunto a ritirare il riconoscimento Laurence Olivier il presentatore di trasmissioni per bambini Mauro Serio, campione di simpatia, accompagnato dal collega Fernando Lopez. In sala anche la giovane cantante lirica Caterina Argese vincitrice del Premio Vivien Leigh. Stefano Joppi

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video