lunedì, Luglio 22, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiSenso unico da Riva verso Torbole
Il semaforo domenica pomeriggio ha già causato una coda

Senso unico da Riva verso Torbole

La prima domenica di quasi primavera ha sanzionato la condanna senza appello del senso unico alternato su viale Rovereto. Per una lunga parte del pomeriggio, sotto la pressione di un traffico sostenuto ma ben lontano dalla consistenza pasquale e vacanziera, si sono formate code di centinaia di metri, dalla barriera semaforica fino a largo Posta, e poi a salire lungo viale Dante e viale Martiri. Il tutto dovuto, inequivocabilmente, allo stop imposto dal semaforo installato all’inizio del cantiere.Di fronte alla facile previsione di un incremento dei gitanti nelle festività di marzo, l’amministrazione ha deciso di correre ai ripari rilanciando la soluzione del senso unico fisso dall’albergo du Lac fino a porto san Nicolò, già presa in considerazione prima dell’inizio dei lavori ed accantonata per accontentare gli albergatori, preoccupati d’ogni ostacolo che possa frapporsi al facile sbarco dei clienti nei rispettivi esercizi. Infatti la soluzione che andrà in vigore prevede via libera in direzione Riva-Torbole, sulla metà della carreggiata che comunque resterà sempre libera. Nella direzione inversa, ossia da Torbole a Riva, svolta a destra obbligatoria appena fuori della galleria naturale del Brione, risalita su viale Brione fino all’incrocio con via Filanda, svolta a sinistra per raggiungere, passando davanmti alla chiesa di sant’Alessandro, l’incrocio con la provinciale 118 appena a sud del depuratore dell’Arena. Nuova svolta a sinistra su viale Padova e ritorno su viale Rovereto all’altezza del du Lac. Il percorso si allunga, ma si tratta pur sempre di una soluzione provvisoria. Viale Rovereto è un attraversamento interno di una strada statale, per cui occorre attendere il nulla osta, già richiesto alla provincia. L’assessore Matteotti spera che sia possibile imporre la deviazione già da domenica prossima: i cartelli gialli che segnalano il percorso obbligato sono pronti, a metterli in opera ci vuol poco. Tutto dipende dalle scartoffie. Il provvedimento rimarrà in vigore fino a domenica 24 marzo, giorno in cui è prevista l’interruzione dei lavori per i dieci giorni pasquali, per ripartire poi ai primi di aprile. Resta da risolvere il problema del tratto fra il du Lac e viale Carducci: ma c’è il tempo per pensarci.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video