lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAttualitàStrada al Frassino, si valuta l’impatto
Stanziati dalla Regione 11.000 euro per studiare come limitare i danni al paesaggio nella zona del laghetto. La nuova variante alla statale 11 arriverà al rondò di Cavalcaselle

Strada al Frassino, si valuta l’impatto

Poco più di undicimila euro per capire come tutelare il laghetto del Frassino dal passaggio della cosiddetta variante alla statale 11. La somma è stata, infatti, stanziata dalla Regione Veneto per la redazione della «relazione di valutazione di incidenza ambientale del sito di interesse comunitario laghetto del Frassino». «La redazione del documento è necessaria» come precisa l’assessore alle politiche della mobilità Renato Chisso, «per l’attuazione del primo stralcio del Rovizza – casello di Peschiera del completamento della tangenziale in questione, che rientra nell’intervento più generale di riqualificazione e ammodernamento della Padana superiore e che è inserito nel piano triennale approvato dal Consiglio regionale nel luglio scorso». «Questo studio viene, quindi, finanziato prima dello stanziamento complessivo a favore dei lavori del primo tratto della variante», conferma il sindaco Bruno Dalla Pellegrina, «che, anche secondo quanto ha dichiarato l’assessore provinciale Gilberto Pozzani, avverrà nel 2003 per essere poi cantierato nel 2004; a questo punto ci fa piacere che la Regione valuti adeguatamente l’impatto ambientale sul laghetto del Frassino, che è un bene prezioso non solo per Peschiera, in modo da predisporre tutti gli accorgimenti necessari alla sua tutela». «Un’attenzione, tra l’altro, più che condivisa dall’amministrazione che, proprio poco prima della fine dell’anno, ha dato incarico ad un gruppo di tecnici di redigere uno studio per la salvaguardia e la riqualificazione non solo dell’area circostante il laghetto, ma anche dell’habitat acquatico dello stesso». Dopo molti anni di attesa, dunque, la tanto famigerata variante alla statale sembra essere giunta al via. Da qualche settimana, infatti, sull’attuale tangenziale di Peschiera, all’altezza del ponte sul Mincio e alla rotonda di Cavalcaselle sono stati apposti due cartelloni stradali dell’Anas che annunciano i lavori del secondo stralcio, quello che dal casello autostradale di Peschiera giunge sino alla rotonda di Cavalcaselle, in Comune di Castelnuovo. I lavori, che saranno eseguiti dall’impresa Giudici SpA, sono stati consegnati il 16 ottobre scorso e la loro durata è prevista in 720 giorni. Ancora, quindi, 720 giorni di Tir e di traffico intenso e troppo spesso irrispettoso dei limiti di velocità di un centro abitato? «L’augurio che ci facciamo tutti», sottolinea Ernesto Gatto, assessore ai lavori pubblici del comune di Castelnuovo del Garda, «è di poter dire “ancora solo 720 giorni” e vedere poi realizzata quest’opera. E’ attesa e se ne parla da tanto e, in tutti questi anni, le condizioni di vivibilità del nostro territorio, e in particolare dell’abitato di Cavalcaselle che si affaccia proprio sull’attuale statale, sono andate sempre più deteriorandosi». Il secondo stralcio, dal casello dell’A4 di Peschiera sino alla rotatoria di Cavalcaselle, sarà dunque realizzato prima del tratto che porta la variante dal confine tra Lombardia e Veneto (loc. Rovizza di Sirmione) sino al casello autostradale. «Ma non penso che ciò rappresenti un problema; ciò che conta», ribadisce Gatto, «è dare finalmente una soluzione ad uno dei maggiori problemi della nostra area».

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video