venerdì, Luglio 19, 2024
HomeAttualitàSul lago l’economia decolla
La Camera di commercio di Verona ha presentato un proprio studio dedicato al Garda-Baldo. Turismo e vino le attività che fanno da traino all’imprenditoria locale

Sul lago l’economia decolla

Il turismo e il vino. Sono questi i volani dell’economia gardesana e del Baldo, con un andamento in continua crescita: il dato viene dallo studio degli indicatori economici del territorio realizzato dal servizio studi e ricerca della camera di commercio di Verona, presentato ieri mattina all’ex chiesa Disciplina nell’ambito della seconda edizione dell’iniziativa «La Camera di commercio incontra il territorio». All’incontro hanno preso parte, oltre ad alcuni amministratori locali, il presidente della Provincia di Verona, Elio Mosele, l’assessore provinciale ai trasporti, Luca Sebastiano; presente anche il deputato Federico Testa, nominato in commissione attività produttive, commercio e turismo. Quella di Bardolino è la terza tappa del ciclo di incontri organizzato per presentare questo lavoro. «Questo appuntamento ha un particolare significato per la Camera di commercio», ha detto il presidente dell’ente, Fabio Bortolazzi, «perché rappresenta un modo concreto di essere vicini al territorio di pertinenza e di collaborare alla sua crescita. Le nuove sfide del mercato internazionale ci pongono nella necessità di disporre in tempo reale dei dati economici , da cui ricavare gli andamenti: elementi, questi, indispensabili per la programmazione delle linee di sviluppo».Il presidente della Camera di commercio ha sottolineato l’elemento di novità dello studio realizzato quest’anno: l’analisi dei bilanci delle società di capitali.«Se riusciremo a confermare questa analisi per almeno tre anni, potremo avere un quadro ancora più preciso della solidità, solvibilità e capacità di sviluppo e rafforzamento del sistema imprese veronese. Anche questo è un elemento che ci aiuta nell’affrontare nel modo corretto il futuro della nostra economia». Bortolazzi ha evidenziato la collaborazione con l’Università di Verona e con la Provincia ringraziando, per questo, il presidente Elio Mosele. «Il nostro territorio e l’area Baldo Garda vivono un momento di ripresa», ha detto Mosele, «un imprenditore di Bardolino mi diceva che ad aprile aveva registrato un più 35 per cento rispetto all’anno precedente. Per questo dobbiamo ringraziare il ruolo delle istituzioni, che hanno dotato quest’area di infrastrutture importanti: aeroporto, autostrade». «Chiedo alla Camera di commercio di essere presente nella gestione delle infrastrutture e della realtà economica provinciale, che ha nel bacino del Garda uno dei suoi attrattori principali. La collaborazione è la scelta per la proiezione del nostro territorio in un futuro che mi auguro positivo». Alcuni dati della ricerca: delle oltre 89mila imprese attive nella provincia di Verona al quarto trimestre 2005, 8.693 fanno riferimento a paesi dell’area del Baldo Garda; e tra questi il primato appartiene a Castelnuovo, 1.080 imprese attive, seguito da Peschiera con 1.004. Nell’area la maggiore incidenza è data dalle attività legate al turismo, in particolare la voce «alberghi e ristoranti», che con 1.229 imprese rappresenta il 14,1 per cento delle imprese attive del territorio, rispetto al dato provinciale che è del 5,2.È Malcesine il comune con il maggior numero di queste strutture recettive, 220, seguito da Lazise (172), Bardolino (171) e Peschiera (145).Dal 2000 al 2005 l’incremento di imprese attive in questa parte del territorio veronese è stato del 10,2 per cento: quasi il doppio dell’aumento (6,6) di imprese registrato a livello provinciale.«Viviamo in una provincia fortunata rispetto all’andamento nazionale e l’area Baldo Garda ne rappresenta un angolo particolarmente felice. Ma non dobbiamo per questo fermarci: l’invito», ha detto Bortolazzi, «è di andare verso forme di aziende organizzate e di cercare per i settori trainanti, il vino ad esempio, forme di unificazione». «Ciò significa non perdita di identità o di autonomia aziendale bensì mettere insieme i servizi, come avviene in tutte le filiere, per presentarsi alla grande distribuzione con pacchetti completi. Dobbiamo rafforzaci per contrastare competitori sempre più agguerriti».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video