domenica, Luglio 21, 2024
HomeAttualitàVilla S.Pietro cambia proprietà
La «cordata» locale si dice intenzionata a proseguire nell'attività di riabilitazione iniziata dai Silenziosi. Fabio Zanetti presidente della Srl che ha acquistato il centro

Villa S.Pietro cambia proprietà

Cambio della guardia nella proprietà di Villa S.Pietro, il centro di riabilitazione situato di fronte al comando della polizia municipale di Arco. I Silenziosi Operai della Croce hanno ceduto il compendio, con annessa attività riabilitativa, alla società “Villa S.Pietro srl” il cui presidente è Fabio Zanetti, consigliere comunale di Forza Italia ed amministratore di lungo corso. Accanto a lui, in quest’iniziativa imprenditoriale, vi sono alcuni nomi noti del mondo economico arcense, tra cui il commercialista Enzo Zampiccoli, ma soprattutto i medici impegnati all’interno della struttura. «Dal 1 gennaio siamo subentrati a tutti gli effetti all’associazione Silenziosi Operai della Croce – spiega Fabio Zanetti – ma per quanto concerne l’attività non vi sono stati cambiamenti e nè vi saranno. Semmai alcuni miglioramenti. La nostra intenzione, infatti, è proseguire con il centro di riabilitazione egregiamente condotto dalla precedente proprietà. Abbiamo comperato un’azienda, se così si può dire, e non terreni su cui costruire appartamenti. Prossimamente inizieremo a studiare come apportare gli opportuni miglioramenti, soprattutto alla struttura». Nella recente variante alle norme del prg l’amministrazione ha voluto inserire la possibilità di un ampliamento volumetrico del centro di riabilitazione (da 30 a 60 posti letto) a condizione che la destinazione d’uso rimanga invariata ossia a scopi assistenziali. «La modifica del piano che interessa quest’area – commenta l’assessore all’urbanistica Dellanna – è stata concordata con i nuovi proprietari. L’amministrazione ci guadagna una decisa riqualificazione della zona grazie alla demolizione della parte di fronte all’ufficio tecnico, e dell’ingresso ad angolo. I nuovi edifici verranno realizzati all’interno mentre nella fascia che insiste su via S.Pietro si ricaveranno spazi per marciapiede, pista ciclabile e verde. In pratica si creerà il collegamento dei giardini al progettato parco fluviale del Sarca e di via della Cinta. Per la comunità si tratta di un importante arricchimento in termini urbanistici».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video