Parte il corso di preparazione al matrimonio civile ideato da Provincia, Comuni e Associazione famiglie. «Allievi» da Bussolengo, Garda, Lazise, Peschiera, Sommacampagna e Sona

A lezione di amore per sempre

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Le sta­tis­tiche par­lano di un mat­ri­mo­nio su due che appro­da alla sep­a­razione e di un mat­ri­mo­nio su due che viene cel­e­bra­to con il rito civile. Se tra questi ulti­mi vi sono molte «sec­onde nozze», è sem­pre più alto il numero di gio­vani cop­pie che scel­go­no di chi­ud­ere un peri­o­do di con­viven­za con il mat­ri­mo­nio civile. È questo il dato da cui prende spun­to il per­cor­so laico di for­mazione per fidan­za­ti orga­niz­za­to, per la pri­ma vol­ta nel­la ter­ri­to­rio veronese, non dalle par­roc­chie, ma dal­la Provin­cia di Verona in col­lab­o­razione con l’Associazione famiglie e i Comu­ni di Bus­solen­go, Gar­da, Lazise, Peschiera, Som­macam­pagna, Sona e Castel­n­uo­vo. Sarà pro­prio quest’ultimo paese a ospitare nell’aula magna del­la scuo­la media, a par­tire da saba­to 16 e fino a saba­to 4 giug­no, gli otto incon­tri di un ciclo di appun­ta­men­ti aper­to anche alle cop­pie che si sono sposate nel cor­so del 2004. «Le let­tere di invi­to per queste famiglie più recen­ti partono pro­prio in questi giorni», con­fer­ma Gio­van­ni Peretti, vice sin­da­co e asses­sore alle Politiche famil­iari di Castel­n­uo­vo. Il Comune è sta­to il pro­mo­tore dell’iniziativa. «In effet­ti è così», dice il vice sin­da­co. «È nota l’attenzione del­la nos­tra Ammin­is­trazione alla tem­atiche del­la famiglia. La situ­azione di oggi è sot­to gli occhi di tut­ti: la metà dei mat­ri­moni finisce con la sep­a­razione e la stes­sa per­centuale con­trad­dis­tingue le unioni sug­gel­late con il mat­ri­mo­nio civile». «Queste cop­pie non han­no alcu­na oppor­tu­nità di avere una for­mazione speci­fi­ca rispet­to alle dimen­sioni psi­co­log­i­ca, morale, sociale, gen­i­to­ri­ale, giuridi­ca che com­por­ta lo sta­tus di coni­u­gati cui approder­an­no». «Allo stes­so tem­po», sot­to­lin­ea Peretti, «è impens­abile ritenere le unioni naufra­gate un prob­le­ma solo pri­va­to: le sep­a­razioni han­no con­seguen­ze che invadono inevitabil­mente la sfera pub­bli­ca, per­ché spes­so ci sono dei figli e per i con­trasti che ne sca­tur­iscono». «È dimostra­to», con­tin­ua l’assessore castel­n­uovese, «che il benessere di una comu­nità locale è diret­ta­mente pro­porzionale al benessere delle famiglie che la com­pon­gono. Si è, quin­di, ritenu­to utile orga­niz­zare un per­cor­so di preparazione che rib­adis­ca l’importanza, per l’intera soci­età, del­la scelta com­pi­u­ta da un uomo e da una don­na nel­la deci­sione di sposar­si». Un’idea rias­sun­ta nel tito­lo dato al ciclo di incon­tri: «Met­ti­amo su famiglia… sposi si nasce o si diven­ta?». L’avventura del pas­sag­gio dall’innamoramento all’amore, dal sen­ti­men­to pri­va­to all’impegno pub­bli­co del mat­ri­mo­nio»: «Ques­ta idea è sta­ta pro­pos­ta agli altri cinque Comu­ni. Ciò sig­nifi­ca che è inter­es­sa­ta un’area di cir­ca 80mila abi­tan­ti: tut­ti han­no ader­i­to con entu­si­as­mo al prog­et­to, così come lo han­no fat­to la Provin­cia e l’Associazione famiglie», spie­ga il vice sin­da­co di Castel­n­uo­vo. Questo il cal­en­dario degli incon­tri: saba­to 16, dalle 17 alle 19 si par­lerà di matu­rità per­son­ale e di cop­pia, ven­erdì 22 dalle 20.30 alle 22.30 di relazione di cop­pia, saba­to dalle 17 alle 19 delle norme che regolano il mat­ri­mo­nio. Saba­to 7 mag­gio, dalle 17 alle 19 sarà la vol­ta di «La sogget­tiv­ità sociale del­la famiglia», saba­to 14 mag­gio, sem­pre dalle 17 alle 19, toc­cherà a «Lavoro, fis­co, e famiglia», saba­to 21 mag­gio, allo stes­so orario a «La relazione ses­suale nel­la vita di cop­pia», saba­to 28 mag­gio alla rego­lazione del­la fer­til­ità e saba­to 4 giug­no, infine, alla ricom­po­sizione del­la con­flit­tual­ità di cop­pia. Le iscrizioni, fino a un mas­si­mo di trenta cop­pie, si rac­col­go­no via fax allo 045. 74431137 o via mail: afiverona@afifamiglia.it

Parole chiave: