Al veronese Albino Fravezzi il 59° “Trofeo dell’odio”

28/10/2013 in Vela
Di Luigi Del Pozzo

Un lago di Gar­da for­ma­to canale del­la Man­i­ca (con un po’ di sole ogni tan­to) ha accolto i parte­ci­pan­ti al 59° Tro­feo dell’Odio, la clas­si­ca di chiusura del . Brez­za da sud, una bel­lis­si­ma impop­pa­ta con spin­naker e gen­naker fino a Cam­pi­one, il ritorno in boli­na gio­can­do “a zona”. La vit­to­ria asso­lu­ta che va alla ex glo­ria del­la classe olimpi­ca delle Star, il veronese Albi­no Fravezzi, al tim­o­ne dell’Asso 99 “Ac&E”, che agguan­ta l’af­fer­mazione nel­la sec­on­da parte dopo che per pri­mo ave­va giro, al ter­mine del­la pop­pa, lo scafo cam­pi­one ital­iano, “Asster­isco” di Pier Gior­gio Zam­boni. Sul tra­guar­do Fravezzi (ex vice cam­pi­one del mon­do, cam­pi­one d’Europa e cam­pi­one d’Italia con la Star) pre­cede “Gradas­so” la bar­ca del medico bres­ciano Pietro Bovola­to con “Asster­isco” che scivola sul ter­zo gradi­no, men­tre quar­ti sono i ragazzi del Cus Bologna cap­i­ta­nati da Fabi­ano Capuc­ci­ni, a bor­do di “Con­fu­sione” dell’armatrice Ele­na Rebol­di. La pat­tuglia dei Pro­tag­o­nist vede una bel­lis­si­ma pri­ma posizione del “Cit­tà dei mille” la bar­ca del­lo Yacht Club di Berg­amo por­ta­ta da Fab­rizio Euse­bio sec­on­do “Fole­gan­dros” di Loren­zo Boc­ci­o­la, ter­zo lo skip­per di casa Luciano Gal­loni con “Il peso del­la far­fal­la”. L’Ufo 22 va a “Oltre 22” con il tim­o­niere Diego Petromer e il tat­ti­co Davide Bal­lar­i­ni, sec­on­do Emanuele Car­bonel­la alla bar­ra del suo “Dadeli” e ter­zo “Free­dom” con il team tut­to “rosa” con la tim­o­niera Annal­isa Moni­ga, l’armatrice Cristi­na Dovara, i prodieri Piera Bet­toni e Mery Mar­chi­ni.

La classe “Mista” reg­is­tra il pri­mo pos­to di “La Fenice”, il Mumm 30 di Cesare Onofri con­dot­ta dai fratel­li Fer­rari, sec­on­do “Sei un asso”, l’Asso Evo di Orazio Zanet­ti e Geo Castelli­ni alla bar­ra, ter­zo il “Blu Fal­con”, stor­i­ca imbar­cazione por­ta­ta dal vinci­tore dell’ultima Cen­tomiglia vel­i­ca, Oscar Tono­li. In acqua c’erano anche i gio­vanis­si­mi delle squadre ago­nis­tiche dell’Ans di Sulzano, Mader­no, del­lo Yacht Club Berg­amo e di Gargnano. Nel doppio Rs Feva si sono imposti Daniele Minoni ed Edoar­do Gam­ba (Gargnano-Mader­no), nell’ i due fratel­li Codegh­i­ni con Davide nel­la Pre Ago­nis­ti­ca e Nicolò nel­la Ago­nis­ti­ca.

 

Uffi­cio stam­pa CVGARGNANO 2013