Le operazioni della Guardia di Finanza di Salò per smascherare il commercio di merce con marchi contraffatti si sono concluse con il sequestro di un ingente quantitativo di capi d’abbigliamento.

Alla Caritas gli abiti contrafatti e sequestrati

31/05/2000 in Avvenimenti
A Salò
Di Luca Delpozzo

Le operazioni della Guardia di Finanza di Salò per smascherare il commercio di merce con marchi contraffatti si sono concluse con il sequestro di un ingente quantitativo di capi d’abbigliamento contrassegnati dai marchi di note ditte di fama internazionale, che erano state abilmente contraffatti. Contrariamente alla prassi consolidata, che in questi casi vede disporre da parte dell’autorità competente la completa distruzione del corpo del reato, l’ufficio del Gip del Tribunale di Brescia – argomentando che oggetto della tutela penale è solo il marchio contraffatto, facilmente asportabile o obliterabile con mezzi idonei e che viceversa, con salvezza di una ricchezza già prodotta e senza danno per l’erario, tali beni possono essere utilmente destinati per scopi propri ad enti che non perseguono fini di lucro – disponeva che il tutto venisse devoluto alla Caritas bresciana affinché, con personale proprio e sotto la vigilanza della Polizia giudiziaria sequestrante, rimuovesse i marchi per consegnarli successivamente a chi aveva il compito di distruggerli. Le operazioni conclusesi nei giorni scorsi hanno messo a disposizione della Caritas capi di vestiario che sono stati donati a persone indigenti attraverso i gruppi di volontari che operano sul territorio. In una nota don Umberto Dell’Aversana, direttore della Caritas diocesana, ha espresso il suo grazie alla Guardia di finanza di Salò e riconoscenza alla sensibilità delle autorità giudiziarie che la consentito in modo innovativo di procedere sia al rispetto della legge, sia alla tutela di beni preziosi prontamente destinati a soddisfare bisogni primari. Il fenomeno dei marchi contraffatti – diffuso ormai ad ogni livello – costituisce, sotto il profilo commerciale, un grave danno alle imprese e alle strutture commerciali

Commenti

commenti