Bandiera del lago . Gara ad Iseo In trasferta il quarto successo consecutivo

Bardolino vince e centra il poker

15/07/2003 in Sport
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

E quat­tro: tante le gare dis­pu­tate e altret­tan­ti i suc­ces­si del­la bis­sa nel cam­pi­ona­to remiero del Gar­da. Anche in riva al Sebi­no, l’unica raga­ta del «cir­co» delle bisse al di fuori delle acque bena­cen­si, i voga­tori verone­si (Bruno e Francesco Maf­fez­zoli, Sil­vano Dall’Agnola e Mau­ro Faraoni) han­no mes­so il loro sig­illo dimostran­do di non temere rivali in ques­ta 36° edi­zione del palio per l’assegnazione del­la . «Un pok­er che fa ben sper­are», ammette Cin­to Tam­bur­ri­ni il set­tan­ta­sei­enne tifoso dei voga­tori dal­la casac­ca gial­loblù e che da anni non si perde una rega­ta, «anche se ci vor­rà mol­ta for­tu­na per non mol­lare il tro­feo che abbi­amo vin­to lo scor­so anno». Il rego­la­men­to e la clas­si­fi­ca infat­ti ten­gono con­to solo parzial­mente dei suc­ces­si nelle prove di qual­i­fi­cazione in quan­to la bandiera 2003 come gli altri due tro­fei ( e Coor­di­na­men­to ) andran­no ai vinci­tori del­la bat­te­ria del­la rega­ta finale, quel­la di Desen­zano del 9 agos­to. In parole sem­pli­ci vuol dire che una bar­ca potrebbe anche aggiu­di­car­si tutte le sette gare di qual­i­fi­cazione e ved­er­si sfug­gire l’ambito tro­feo se non vince la pro­va che vera­mente con­ta. «Tut­to potrebbe risultare pregiu­di­ca­to», aggiunge l’anziano, irriducibile tifoso, «dall’indisposizione di un rema­tore o da un errore banale di rema­ta: bas­ta poco per risultare bef­fati». A Iseo comunque il quar­tet­to voga­tori bar­do­line­si ha dato il mas­si­mo con un per­fet­to sin­cro­nis­mo nel­la rema­ta, in un tes­ta a tes­ta con i cug­i­ni del­la Gar­da (Mat­teo Pinci­ni, Michele Berton­cel­li, Fer­di­nan­do Sala e Alber­to Malfer) entram­bi allon­ta­nati dalle due bisse di Peschiera, Aril­i­ca e Peschiera clas­sifi­cate­si nell’ordine nel giro di una man­ci­a­ta di sec­on­di: segui­te dal­la bar­ca locale Car­mag­no­la e Beren­gario di Tor­ri. Nel­la bat­te­ria di mez­zo otti­ma prestazione del­la Palo­ma di Gar­da (Alain Ettore Bal­lar­di­ni, Mirko Poz­zani, Romo­lo Squar­zoni e Mar­co Malfer) che ha rego­la­to in boa di arri­vo Clu­san­i­na, l’altra bar­ca iseana e Regi­na Ade­laide. Quar­ta la bir­ba di Lazise segui­ta dal­la Preon­da di Bar­dolino Sirenet­ta di Gar­done. La man­i­fes­tazione in aper­tu­ra ha vis­to la sfi­da tra sei barche lom­barde con vinci­tore Por­tovec­chio di Desen­zano dopo un agguer­ri­to duel­lo con la Vil­lanel­la di Gargnano, men­tre a seguire nell’ordine, Fos­ca­ri­na di Gar­done, Portesina di S. Felice, Serenis­si­ma di Salò e Benacum di Toscolano — Mader­no. Alla fine del­la ser­a­ta, che ha vis­to un lun­go­la­go affol­la­to al di sopra di ogni pre­vi­sione, la pro­mozione degli equipag­gi con sul pal­co i pres­i­den­ti dei grup­pi bisse del Gar­da e autorità. L’appuntamento ora è per saba­to 19 con la rega­ta di Lazise che sarà pre­ce­du­ta alle 20.30 dal­la benedi­zione, nel­la chieset­ta di San Nicolò al por­to, delle imbar­cazioni. Con­sue­ta sfi­la­ta dei grup­pi voga­tori a ter­ra alle 21 per poi alle 22.30 dare avvio alla quin­ta rega­ta di qualificazione.