Dal 1 giugno e fino al 31 ottobre, nella fascia oraria dalle 7 alle 19, dal lunedì al sabato, con esclusione dei giorni festivi, ci saranno disagi per gli automobilisti che percorreranno la strada statale 11, Padana Superiore.

Brescia-Verona rallentamenti per lavori

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
g.s.

Dal 1 giug­no e fino al 31 otto­bre, nel­la fas­cia oraria dalle 7 alle 19, dal lunedì al saba­to, con esclu­sione dei giorni fes­tivi, ci saran­no dis­a­gi per gli auto­mo­bilisti che per­cor­reran­no la stra­da statale 11, Padana Supe­ri­ore, diret­ti o prove­ni­en­ti dal Bas­so Gar­da. Infat­ti viene ridot­ta la car­reg­gia­ta stradale, medi­ante l’is­ti­tuzione di un sen­so uni­co alter­na­to, rego­la­men­ta­to da un impianto semafori­co mobile, in pun­ti saltu­ari, lun­go il trat­to del­la statale com­pre­so tra i Comu­ni di Cal­ci­na­to, Lona­to, Desen­zano del Gar­da e Sirmione. Questo trat­to del­la Padana Supe­ri­ore nei mesi di giug­no, luglio, agos­to, set­tem­bre e otto­bre sarà grad­ual­mente e pro­gres­si­va­mente inter­es­sato ai lavori di sca­vo per la posa e l’installazione di cavi di tele­co­mu­ni­cazione. L’in­ter­ven­to ver­rà ese­gui­to dal­la soci­età Eurostrade, che ha stip­u­la­to la rel­a­ti­va con­ven­zione con l’Anas. Ovvi­a­mente le stret­toie e i sen­si uni­ci alter­nati si reg­istr­eran­no solo dove saran­no pre­sen­ti i cantieri di lavoro e nelle rispet­tive imme­di­ate vic­i­nanze. Per pot­er effet­tuare gli inter­ven­ti in mas­si­ma sicurez­za per gli uten­ti del­la stra­da, l’Anas, Com­par­ti­men­to del­la per la Lom­bar­dia, ha emana­to apposi­ta ordi­nan­za data­ta 1 giug­no. Nell’approssimarsi dei cantieri ver­ran­no dis­posti cartel­li che preve­dono una pri­ma lim­i­tazione di veloc­ità a 50 chilometri orari e suc­ces­sive lim­i­tazioni a 30 Km orari, nonchè il divi­eto di sor­pas­so per tut­ti gli autove­icoli. I cantieri non dovran­no super­are la lunghez­za di 200 metri lin­eari e gior­nal­mente si dovrà eseguire il ripristi­no del­lo sca­vo con uno stra­to di base in con­glom­er­a­to bitu­mi­noso. L’im­pre­sa che esegue i lavori ha l’ob­bli­go di rego­la­mentare il traf­fi­co con pro­prio per­son­ale nel­l’even­tu­al­ità del pas­sag­gio di mezzi di soc­cor­so adibiti a par­ti­co­lari urgen­ze od in caso di par­ti­co­lare inten­sità del traf­fi­co. I dis­a­gi mag­giori si reg­istr­eran­no quan­do, per la posa dei cavi, sarà nec­es­sario chi­ud­ere la gal­le­ria di S. Zeno del­la nuo­va vari­ante alla statale 11, per cui il traf­fi­co ver­rà devi­a­to nel cen­tro abi­ta­to di Lona­to. Anco­ra una mez­za tego­la per chi deve rag­giun­gere il Gar­da, dopo quel­la dei lavori inter­minabili del trat­to di vari­ante del­la statale 45bis , nel trat­to tra Gavar­do e Vil­lan­uo­va sul Clisi, che ver­rà tem­po­ranea­mente ria­per­ta per la sta­gione estiva.

Parole chiave: