Dopo l' applaudita anteprima del 16 dicembre scorso il film Cacciatori di mostri viene proiettato a Peschiera del Garda e Cavaion V.se. Il film verrà poi presentato,in una serata nella terza settimana di febbraio su Sky tv nel corso della trasmi

Cacciatori di mostri” in proiezione

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Cac­cia­tori di mostri” è un che com­pie un excur­sus stori­co-doc­u­men­taris­ti­co , tra leggen­da e realtà , alla ricer­ca del fan­tomati­co mostro che un pesca­tore sostene­va di aver avvis­ta­to nel lago di Gar­da negli anni 60′.Sarà cosi l’oc­ca­sione per sen­tire in pri­ma per­sona pesca­tori e garde­sani tes­ti­mo­ni­are su quan­to avvenu­to e sta avve­nen­do sul lago di Garda.Con un finale a sor­pre­sa.… La sto­ria (real his­to­ry) Due doc­u­men­taristi ritrovano casual­mente in un caso­lare del Gar­da alcu­ni arne­si da pesca tipo (fiocina,coltello ‚ecc ) di un pesca­tore det­to “Sigaret­ta” che negli anni ’60 ‚dice­va di aver avvis­ta­to un pesce mostru­oso nel lago di Gar­da , all’ altez­za del­la baia delle sirene.In quei tem­pi se ne era par­la­to anche sui gior­nali e ave­vano dato del “fan­tas­ti­cone” a quel pescatore.E’stata ritrova­ta anche una vec­chia cartolina(degli anni ’30) recante una scrit­ta( “Seg­nalazione”) con una frec­cia indi­cante una figu­ra che si muove nelle acque del lago .Inizial­mente si dove­va girare un altro servizio ( dal tito­lo “Won­der ful lake” ) ‚si è però deciso di cam­biare pro­gram­ma e di ripren­dere tutte la fasi del ritrova­men­to e di pro­cedere nel­la ricer­ca inter­vi­s­tan­do alcu­ni garde­sani . Uti­liz­zan­do poi una bar­ca da pesca­tori per effet­tuare delle riprese , pro­prio sul lago, ver­so la baia delle sirene.Per i due neo­fi­ti del­la ‚ma cac­cia­tori di notizie sem­bra­va di essere alla gui­da di un transat­lanti­co, ma è sta­ta così l’oc­ca­sione per sen­tire dal­la viva voce di chi lavo­ra sul lago quel­lo che suc­cede .Cer­can­do però l’ ani­male­sco essere ne è appar­so un altro , non in carne ossa , ma altret­tan­to peri­coloso. La bar­ca come si vede dalle riprese è cir­con­da­ta da una mas­sa d’ac­qua in movi­men­to e ad un cer­to pun­to uno dei due cac­cia­tori scom­pare dal­l’im­bar­cazione. Talune volte l’ uomo cela nel pro­prio ani­mo una vena d’in­coscen­za e di fol­lia che si man­i­fes­ta in deter­mi­nate con­dizioni ambi­en­tali e di dif­fi­coltà .Le dif­fi­coltà ci temprano.Cos’è alla fine il mostro se non scon­fig­gere le nos­tre pau­re? Quan­ti mostri appaiono sui mass-media che non sono veri?Alla fine però , essendo il video reale, qual­cosa si muove sot­to le acque del lago…

Parole chiave: