Come libellule, i Moth "volano" sulle acque del Garda da venerdì 13 settembre.

A Campione il primo campionato della classe Moth

Parole chiave:
Di Redazione

Inizia, ven­erdì 13 set­tem­bre, il pri­mo cam­pi­ona­to ital­iano del­la classe Moth dopo l’in­cred­i­bile suc­ces­so del­la classe in Italia. Durante l’ul­ti­mo anno la flot­ta ital­iana è qua­si rad­doppi­a­ta e sono attese una quar­an­ti­na di barche tra ital­iani e stranieri a dar­si battaglia nelle ven­tose acque di Cam­pi­one del Gar­da. L’even­to è vali­do anche per la clas­si­fi­ca Moth EuroCup, l’in­no­v­a­ti­vo for­mat che trasfor­ma in “cir­cuito” 5 cam­pi­onati nazion­ali europei per­me­t­ten­do agli equipag­gi di tut­ta Europa di regattare insieme for­man­do in uni­ca clas­si­fi­ca. Lo scopo del­l’Eu­roCup è quel­lo di ele­vare il liv­el­lo tec­ni­co dei parte­ci­pan­ti attra­ver­so lo scam­bio di espe­rien­za tra atleti che altri­men­ti si incon­tr­ereb­bero in acqua solo saltu­ar­i­a­mente. Tal­en­ti ital­iani ed europei si sfider­an­no nel­l’ul­ti­ma rega­ta pri­ma del mon­di­ale alle isole Hawaii. Cam­pi­ona­to mon­di­ale a cui diver­si ital­iani sono già iscrit­ti e in cui, per la pri­ma vol­ta, c’è ambizione di piaz­za­men­to. Le regate sono orga­niz­zate dal­lo Yacht Club Acquafres­ca e la logis­ti­ca per barche e atleti è cura­ta da Cam­pi­one Hos­tel, le due orga­niz­zazioni col­lab­o­ra­no da tem­po e le aspet­ta­tive di rius­ci­ta sono ele­vate. L’O­ra e il Pel­er, i ven­ti del lago di Gar­da, per­me­t­ter­an­no lo svol­gi­men­to delle regate più veloci che il Gar­da abbia mai vis­to, Il Moth con 10 nodi di ven­to reale “vola” a 16–18 di boli­na ed a 18–22 al las­co.

SLAM e Velocitek sono gli spon­sor del­la man­i­fes­tazione, due aziende com­ple­ta­mente ded­i­cate alla vela ago­nis­ti­ca che fan­no del­l’ec­cel­len­za il pun­to di forza dei pro­pri prodot­ti. SLAM ha scel­to il Moth come palestra di ver­i­fi­ca dei pro­pri capi tec­ni­ci, le con­dizioni estreme cui sono sot­to­posti gli atleti del Moth trovano sup­por­to nel con­fort e la pro­tezione dei capi SLAM. Gli stru­men­ti Velocitek sono il pun­to di rifer­i­men­to per una deri­va veloce come il Moth, ogni rego­lazione o cam­bio di asset­to con­diziona la per­for­mance, Velocitek per­me­tte all’e­quipag­gio di avere un riscon­tro imme­di­a­to delle vari­azioni di veloc­ità ed ango­lo. Il Moth è sta­to in questi anni un’indis­pens­abile lab­o­ra­to­rio di svilup­po per Velocitek, le con­dizioni estreme e l’in­ti­ma relazione con la veloc­ità han­no per­me­s­so di svilup­pare stru­men­ti con gra­di di affid­abil­ità e usabil­ità ineguagliati nel set­tore.

La classe Ital­iana Moth è inoltre pro­motrice di una cam­pagna di sup­por­to all’Asso­ci­azione cul­tur­ale e sportiva dilet­tan­tis­ti­ca “Acque Libere”, la quale ha l’intento di promuo­vere diverse attiv­ità che con­sen­tano la fruizione dell’ambiente a per­sone con diver­si liv­el­li e tipolo­gie di dis­abil­ità, in totale sicurez­za e inte­grazione con per­sone normod­otate.

Per mag­giori infor­mazioni vis­i­tate anche: http://www.moth.it/nationals2013/ e http://www.velocitek.it/

Parole chiave: