Una manifestazione voluta ed istituita nel 1929 da Gabriele D'Annunzio nell'intento di quell'ardire che da sempre era nel sangue del Vate

Coppa dell’Oltranza”

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Ritor­na domeni­ca prossi­ma, 8 otto­bre, sulle acque del anti­s­tan­ti Mader­no, la Riu­nione Inter­nazionale del Gar­da del­la “Cop­pa del­l’Oltran­za”. Una man­i­fes­tazione volu­ta ed isti­tui­ta nel 1929 da Gabriele D’An­nun­zio nel­l’in­ten­to di quel­l’ardire che da sem­pre era nel sangue del Vate. Una for­mu­lazione, quel­la del rego­la­men­to stes­so dal­lo stes­so D’An­nun­zio, data per non avere lim­i­ti e, soprat­tut­to per ardire ver­so, l’al­lo­ra, impos­si­bile. La for­mu­la isti­tui­ta per con­fer­mare il vinci­tore del­la man­i­fes­tazione vuole che il req­ui­si­to essen­ziale sia quel­lo che “nel­l’edi­zione suc­ces­si­va (al nuo­vo record sta­bil­i­to ndr) la veloc­ità media non dovrà essere infe­ri­ore a quel­la ottenu­ta dal vinci­tore del­l’an­no prece­dente molti­pli­ca­ta per 1.01”. L’ul­ti­mo, ed attuale record da bat­tere, l’ha sta­bil­i­to Gui­do Cap­pelli­ni con una media di 176.231 km/h il 25 otto­bre del 1998, bis­san­do il suo prece­dente record fis­sato due anni pri­ma con una media di 166.892 km/h. A Mader­no la soglia di veloc­ità da super­are sarà quin­di di 177.994 per le cat­e­gorie fuori­bor­do e di 157.268 per gli entrobor­do. Nel cor­so del­la sua sto­ria la “Cop­pa del­l’Oltran­za” ha reg­is­tra­to sola­mente 7 record: 101.500 km/h fis­sati da Achille Castal­di nel 1949, 125.108 nel 1951 da Ezio Sel­va ripetu­tosi nel 1956 con 138.581, Lino Spag­no­li con 131.556 nel 1980, Flavio Guidot­ti nel 1981 con 142.971 e poi le due volte di Cap­pelli­ni con i 166.892 nel ’96 e, appun­to i 176.231 del ’98. Una man­i­fes­tazione ques­ta che ha avu­to nel­la sua vita alti e bassi con anni di inat­tiv­ità e che ora da alcu­ni anni è sta­ta ripresa dal­la Moto­nau­ti­ca Asso­ci­azione Salò e sostenu­ta dagli Organi Fed­er­ali tan­to che le varie prove dis­pu­tate in ques­ta occa­sione sono valide anche quali prove per il cam­pi­ona­to Ital­iano F 2 e T 400, Rac­er 2000 cc. — tro­feo Orlan­do Bod­da, il Cam­pi­ona­to Ital­iano T 3000. Nel­la gior­na­ta odier­na di saba­to 7 otto­bre si dis­put­er­an­no le varie prove libere e cronome­trate. Domani domeni­ca dalle ore 9.00, e fino alle ore 17.00, sarà com­pe­tizione vera e pro­pria con i migliori piloti in attiv­ità del momen­to, da Cap­pelli­ni, a Abbate, Moli­nari, Parmeg­giani, ecc.

Parole chiave: