I donatori di sangue dell’Avis arilicense sono stati in udienza da Papa Francesco

Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

Peschiera. I dona­tori di sangue del­l’ aril­i­cense sono sta­ti in udien­za da , in piaz­za San Pietro. Una occa­sione che cer­ca­vano da tem­po e che il neo pres­i­dente Fioren­zo Zam­bel­li ha por­ta­to a ter­mine con un lus­inghiero suc­ces­so.

Era un deside­rio che tut­to il con­siglio diret­ti­vo dei dona­tori di sangue ave­va più volte espres­so — spie­ga sod­dis­fat­to il pres­i­dente del­l’Avis Fioren­zo Zam­bel­li- e che ha vis­to final­mente la luce. Vis­itare Roma e le sue mer­av­iglie storiche ed artis­tiche era da mesi che frulla­va nel­la mia tes­ta — con­tin­ua Zam­bel­li — ma quel­lo che più vol­e­va­mo era ottenere di andare dal Papa. Papa Francesco un uomo che affasci­na. Ed abbi­amo avu­to l’onore di ved­er­lo pro­prio da vici­no. Abbi­amo a lui offer­to un pic­co­lo dono. Abbi­amo poi avu­to l’onore di essere citati dal­lo spik­er vat­i­cano quale grup­po pre­sente all’u­dien­za. Una emozione irripetibile.”

Ma i dona­tori di sangue aril­i­cen­si han­no anche avu­to un altro onore. Han­no vis­to da vici­no, sep­pur pro­tet­to dal­la scor­ta amer­i­cana, il pres­i­dente Barak Oba­ma che sta­va gus­tan­dosi le bellezze di Piaz­za del Popo­lo.

E’ sì l’uo­mo più potente del mon­do, Barak Oba­ma — sot­to­lin­ea anco­ra Zam­bel­li — mi è pas­sato pro­prio a pochi metri e lo abbi­amo salu­ta­to. Una emozione gran­dis­si­ma che pro­prio non sper­ava­mo asso­lu­ta­mente di avere. La visi­ta a Roma di questo 2014 ci resterà vera­mente nel­la memo­ria.”

Ser­gio Baz­er­la

 

 

Parole chiave: -