E’ un pupazzo creato dall’artista salodiano Marco Bolla: il 23 maggio l’adozione ufficiale

Ecco Tino, la mascotte del Parco Alto Garda

04/05/2001 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
v.r.

Il Par­co dell’Alto Gar­da ha scel­to la sua mas­cotte: è il pupaz­zo Tino, cre­ato dall’artista Mar­co Bol­la di Salò, con un cuore sporti­vo e i col­ori del­la natu­ra. Ha i capel­li di paglia come i fie­nili di Cima Rest, e i pie­di azzur­ri come il lago. Anche il nome, Tino, è un richi­amo al ter­ri­to­rio, essendo il diminu­ti­vo di Valvesti­no. «Il 23 mag­gio, pre­sen­ter­e­mo la nos­tra nuo­va mas­cotte all’assemblea del­la Comu­nità mon­tana, per l’adozione uffi­ciale — spie­ga il pres­i­den­te­Bruno Faus­ti­ni -. Tino sarà il tes­ti­mo­ni­al del nos­tro ter­ri­to­rio, e avrà una spic­ca­ta vocazione allo sport». Dietro la scelta del pupaz­zo, c’è una strate­gia di pro­mozione del tur­is­mo sporti­vo: «Il debut­to è sui man­i­festi del­la Garda­lon­ga, in questi giorni, dove Tino è ritrat­to al remo di una bis­sa. In segui­to — antic­i­pa Faus­ti­ni — assocer­e­mo la sua immag­ine anche all’alpinismo, alla vela, al para­pen­dio, alla moun­tain bike e a tut­ti gli sport eco­logi­ci che si pos­sono prati­care nel Par­co dell’Alto Garda».

Parole chiave: