Sottoscritto da tre Province e un Comune il patto per la tutela delle acque del lagoAltri 6,5 milioni per il collettore fognario interconsortile di Peschiera

Garda, 25 milioni per la depurazione

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Sot­to­scrit­to ieri a Pont­ti sul Min­cio l’accordo tra le Province di Bres­cia, Man­to­va, Verona e il Comune di Peschiera del Gar­da per la tutela delle risorse idriche del lago e la riqual­i­fi­cazione ambi­en­tale del sis­tema «Sar­ca-Gar­da-Min­cio-Laghi di Mantova».Presenti il pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia, Alber­to Cav­al­li e il suo asses­sore all’Ambiente Enri­co Mat­tin­zoli; il pres­i­dente del­la Provin­cia di Verona Elio Mose­le, di Man­to­va (Mau­r­izio Fontanili) e dal sin­da­co di Peschiera .«Anche le aree bres­ciane, nat­u­ral­mente ric­che di acqua avvertono l’insufficienza di una risor­sa indis­pens­abile per la soprav­viven­za dell’ecosistema – ha sot­to­lin­eato il pres­i­dente Cav­al­li – . Attra­ver­so l’accordo le Province inten­dono far sen­tire più forte la voce dei cit­ta­di­ni e delle imp­rese nel­la revi­sione delle regole per i liv­el­li del lago, impeg­nan­dosi nel con­tem­po a com­pletare le opere di col­let­ta­men­to e delle acque reflue urbane, miglio­ran­do per­ciò anche la qual­ità delle acque lacustri».L’Ato del­la Provin­cia di Bres­cia ha già atti­va­to, attra­ver­so speci­fi­ci accor­di di pro­gram­ma sot­to­scrit­ti con alcu­ni Comu­ni riv­ieraschi, inter­ven­ti per un impor­to com­p­lessi­vo di cir­ca 25 mil­ioni di euro, e all’interno del piano d’ambito, prevede di inve­stirne ulte­ri­ori 6,5 per il solo poten­zi­a­men­to dell’impianto di depu­razione inter­con­sor­tile di Peschiera del Gar­da. «Abbi­amo costru­ito una serie di pri­or­ità – ha pun­tu­al­iz­za­to l’assessore Mat­tin­zoli, speci­f­i­can­do il lavoro impeg­na­ti­vo svolto dagli Asses­so­rati all’Ambiente di Bres­cia, Verona e Man­to­va – pri­ma fra tutte l’attenzione ai liv­el­li del lago».

Parole chiave: