È stata presentata la stagione estiva sul Benaco, che verrà rafforzato da Asl e Azienda ospedaliera per garantire l’assistenza ai villeggianti

Garda, qui la sanità non va in ferie

Di Luca Delpozzo
Sara Mauroner

Nove ambu­la­tori di guardia medico tur­is­ti­ca e due inter­preti a sup­por­to dei tur­isti stranieri che neces­si­tano di cure mediche. Questi i servizi mes­si a dis­po­sizione di tut­ti col­oro che han­no scel­to di trascor­rere le pro­prie vacanze nelle local­ità del .Per tut­ta l’estate e fino al 7 set­tem­bre, il servizio del­la guardia tur­is­ti­ca pro­mosso dal­la Asl di Bres­cia svolge un’importante attiv­ità di assis­ten­za med­ica ai malati rius­cen­do così ad alleg­gerire il lavoro del Pron­to Soc­cor­so dell’ospedale di Desen­zano che aumen­ta inevitabil­mente durante il peri­o­do esti­vo. Negli ospedali di Desen­zano e Gavar­do sono inoltre pre­sen­ti per tut­ta l’estate due inter­preti di col­lau­da­ta espe­rien­za che sup­por­t­ano, quan­do nec­es­sario, oper­a­tori e pazi­en­ti nei col­lo­qui in inglese, francese e tedesco.Visite ambu­la­to­ri­ali, inter­ven­ti di pri­mo soc­cor­so, med­icazioni: queste alcune delle prestazioni svolte dal­la guardia medico tur­is­ti­ca. Negli ambu­la­tori di Toscolano, Limone, Tremo­sine, Tig­nale, Gargnano, Salò, Maner­ba, Desen­zano e Sirmione, medici e spe­cial­iz­zan­di sono a dis­po­sizione di tut­ti col­oro che han­no bisog­no di . «Il servizio viene isti­tu­ito nelle zone dove l’af­flus­so di tur­isti supera di nor­ma le 3mila pre­sen­ze gior­naliere e si svolge in tut­ti i giorni del­la set­ti­mana, com­p­rese le domeniche e i fes­tivi — spie­ga il diret­tore del­la Asl di Bres­cia Carme­lo Scar­cel­la -. I medici, oltre a eseguire vis­ite ambu­la­to­ri­ali e domi­cil­iari e inter­ven­ti di pron­to soc­cor­so, pos­sono rilas­cia­re pre­scrizioni far­ma­ceu­tiche, richiedere indagi­ni spe­cial­is­tiche e for­mu­la­re pro­poste di ricovero».Questi gli ind­i­rizzi e gli orari degli ambu­la­tori: Toscolano in via Ver­di dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19; Tremo­sine il lunedì ambu­la­to­rio in via Zani­ni a Vesio, il mer­coledì in via Gio­van­ni XXIII e il ven­erdì in via Vol­ta con orario 17–20 per tut­ti i tre giorni; Limone all’ambulatorio comu­nale in via Com­boni dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30; a Gar­dola di Tig­nale il lunedì e mart­edì dalle 15 alle 19 e dal mer­coledì alla domeni­ca dalle 9 alle 13; Gargnano in via del­la Repub­bli­ca il lunedì dalle 9 alle 13, mart­edì dalle 10.30 alle 13, dal mer­coledì alla domeni­ca dalle 15 alle 19; Salò al cen­tro sociale di via Montes­sori dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18; Maner­ba in via Gassman dalle 9 alle 19; Sirmione in piaz­za Vir­gilio ore 9–13 e 15–19; Desen­zano in via Gram­sci ore 9–13 e 15–19.Oltre ai due intepreti, è garan­ti­ta all’ospedale di Desen­zano la traduzione tele­fon­i­ca simul­tanea per l’inglese, il francese, il tedesco, lo spag­no­lo, l’arabo, il cinese e il pun­jabi. «Il servizio di inter­pre­tari­a­to – dichiara il diret­tore Mara Azzi – è di fon­da­men­tale impor­tan­za per per­me­t­tere ad oper­a­tori e pazi­en­ti di capir­si e con­sente di risol­vere il dis­a­gio dovu­to a dif­fi­coltà legate alla lin­gua che diven­tano molto pesan­ti soprat­tut­to nel momen­to in cui si man­i­fes­ta un bisog­no san­i­tario e tramite questi servizi di traduzione si evi­tano errori».