Prosegue fino a domani a Rovereto l’originale rassegna, che abbina filmati e storia

Il cinema archeologico val bene un festival

05/10/2001 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
b.f.

Una set­ti­mana ded­i­ca­ta all’arche­olo­gia, quel­la che si sta viven­do fino domani, 6 otto­bre, a Rovere­to. Si tiene, infat­ti, nel­la cit­tad­i­na del bas­so Trenti­no, sit­u­a­ta appe­na oltre i con­fi­ni del­la nos­tra provin­cia, la 12esima Rasseg­na inter­nazionale del cin­e­ma arche­o­logi­co. Un appun­ta­men­to tradizionale per gli appas­sion­ati del set­tore e non solo per gli esper­ti. C’è la pos­si­bil­ità di assis­tere a ben 76 proiezioni di doc­u­men­tari girati in ogni ango­lo del mon­do. Dopo la parten­za (lunedì) nel­la Sala Spag­nol­li con «In prin­ci­pio c’era la scim­mia» di Tilmann Scholl, un reg­ista tedesco. Chiusura domani saba­to alle ore 21 (Teatro Zan­don­ai) con «Gli obelis­chi dei faraoni» del­la statu­nitense Julia Cort). Ci sarà, quin­di, la pos­si­bil­ità di scegliere in base agli inter­es­si o alle curiosità di cias­cuno: dalle orig­i­ni del­l’uo­mo agli etr­uschi, dagli scavi di Troia alle gran­di civiltà ori­en­tali o ai sar­mati e agli sci­iti. Tre le sale adib­ite alla proiezione, vis­to che alla Spag­nol­li e Zan­don­ai si accos­ta il Teatro Ros­mi­ni. Gli orari delle proiezioni van­no dalle 9.30 alle 12, dalle 15 alle 18.30 e dalle 20.45 alle 23.15. Se è vero che appare qua­si impos­si­bile assis­tere a tut­to quan­to il pro­gram­ma met­terà in proiezione, il lato che appare inter­es­sante con­siste invece nel­l’enorme quan­tità di mate­ri­ale in visione, il che rende facili even­tu­ali scelte. Gli orga­niz­za­tori ( Civi­co di Rovere­to, Asses­so­ra­to alla Cul­tura del­la cit­tad­i­na, Provin­cia Autono­ma di Tren­to e Regione Trenti­no-Alto Adi­ge) han­no accosta­to alla rasseg­na video una serie di con­feren­ze-con­ver­sazioni (una al giorno, tutte alle 17.30 con l’ag­giun­ta — domani — di un sec­on­da relazione alle 11) coor­di­nate da Piero Pruneti. Buona parte dei fil­mati in pro­gram­ma parteciper­an­no al quin­to con­cor­so per l’asseg­nazione del Pre­mio Pao­lo Orsi.

Parole chiave: