Il Comune di Guidizzolo aderisce alla Comunità del Garda

Di Luca Delpozzo

Occu­par­si di una visione gen­erale del ter­ri­to­rio, sen­za dimen­ti­care che è la regione del Gar­da, nel suo insieme, l’interlocutore dell’Europa e del mon­do: in quest’ottica si rin­no­va la col­lab­o­razione con i Comu­ni delle colline moreniche man­to­vane, che – con la recente delib­era con­sigliare di ade­sione alla del Comune di Guidiz­zo­lo – si trovano uni­ti per con­di­videre un tavo­lo di dial­o­go e col­lab­o­razione per lo svilup­po, la tutela e la val­oriz­zazione del baci­no garde­sano, nel suo com­p­lesso. Con Guidiz­zo­lo è dunque pres­soché com­ple­ta la com­pagine man­to­vana in seno all’Ente comu­ni­tario. Appare in qualche modo emblem­at­i­ca ques­ta deci­sione per­ché dimostra quan­to sia anco­ra attuale l’esigenza, di ritrovar­si, di con­frontar­si, di rap­por­tar­si su uni­co piano, in una polit­i­ca di ges­tione delle acque che ten­ga con­to del­lo stret­to rap­por­to che esiste tra le acque del lago e i sis­te­mi flu­vi­ali con­nes­si, anche attra­ver­so lo stu­dio di soluzioni che con­sen­tano una mag­giore comu­ni­cazione tra le sponde del lago e il ter­ri­to­rio del­la provin­cia di Man­to­va, ad esem­pio. Ed altri temi come la val­oriz­zazione delle pecu­liar­ità di ambito ter­ri­to­ri­ale viste nell’ottica di una cen­tral­ità garde­sana, la tutela ambi­en­tale e del­la pesca,  la nav­i­ga­bil­ità flu­viale dal Gar­da fino ai laghi di Man­to­va, gius­to per ricor­darne alcu­ni. Tra l’altro Guidiz­zo­lo, insieme con gli altri Comu­ni man­to­vani, sta già col­lab­o­ran­do con la Comu­nità con un prog­et­to di via­bil­ità alter­na­ti­va e sosteni­bile, con il finanzi­a­men­to di Fon­dazione Carip­lo. Un prog­et­to a misura del ter­ri­to­rio, che trac­cia dei per­cor­si cicla­bili e pedonabili che sono di rac­cor­do tra le comu­nità locali parte­ci­pan­ti ma che sono anche attrat­tivi per i flus­si tur­is­ti­ci che popolano il Lago di Gar­da pro­prio per­ché val­oriz­zano l’aspetto del pae­sag­gio, del­la cul­tura, del­la sto­ria, dell’ospitalità, dei ed arti­gianali e del­la eno-gas­trono­mia locale.