Anche il Consorzio Tutela Lugana DOC sarà presente al gran completo alla prossima edizione della BIT (Borsa Internazionale del Turismo) in programma dal 14 al 18 febbraio a Milano.

Il Consorzio Lugana DOC alla BIT di Milano con la CCIA di Verona

Di Luca Delpozzo

Anche il sarà pre­sente al gran com­ple­to alla prossi­ma edi­zione del­la BIT (Bor­sa Inter­nazionale del Tur­is­mo) in pro­gram­ma dal 14 al 18 feb­braio a . Una pre­sen­za assai impor­tante anche per­ché ospite del­lo stand allesti­to dal­la cam­era di Com­mer­cio di Verona nei cui spazi saran­no pre­sen­ti tut­ti i Con­sorzi veronesi.Quello del Lugana è forse l’unico dei Con­sorzi con valen­za inter­re­gionale, Lom­bar­dia e Vene­to, e quin­di pro­mozion­abile in ambedue le realtà region­ali e final­iz­za­to ad un uni­co ed incon­fondibile prodot­to, il , che non conosce con­fi­ni territoriali.Negli spazi cam­er­ali verone­si non si par­lerà solo delle pro­duzioni vini­cole ma anche, e in questo caso soprat­tut­to, delle strade del che grande impul­so han­no avu­to pro­prio recen­te­mente. Ed è per giovedì 15, alle ore 12.00, che nel­lo stand “I sapori di Verona” si svol­gerà la pre­sen­tazione, con degus­tazione, dei per­cor­si del gus­to in ter­ra veronese, parte del Lugana compreso.L’incontro è sta­to real­iz­za­to in col­lab­o­razione con tut­ti i Con­sorzi di tutela dei vini verone­si, com­pre­so quin­di anche quel­lo del Lugana DOC, oltre che con quel­li del for­mag­gio Mon­teveronese, degli oli extravergine Gar­da e Gar­da DOP e del Vene­to-Valpo­li­cel­la Dop e con le APT Riv­iera degli Olivi e l’APT di Verona. Quat­tro le strade del vino in ter­ra veronese legate alle sponde del che arrivano ad incun­ear­si nel­la zona di pro­duzione del Lugana DOC. Pro­prio in ques­ta zona ter­mi­na la nuo­vis­si­ma stra­da dei Vini Bres­ciani del Gar­da bres­ciano da Gar­done Riv­iera a Sirmione e che quin­di potrebbe essere un nat­u­rale pros­egui­men­to, od allarga­men­to ad un unione fra le strade verone­si e bres­ciana, quest’ultima tra l’altro col­le­ga al suo inter­no tre zone di pro­duzione, e quin­di tre con­sorzi DOC: Gar­da Clas­si­co, San Mar­ti­no del­la Battaglia e Lugana.A Milano anche la neona­ta realtà del Gar­da bres­ciano sarà pre­sente in for­ma uffi­ciale nel padiglione, n° 10, ded­i­ca­to al tur­is­mo enogas­tro­nom­i­co ris­er­va­to al tur­is­mo enogas­tro­nom­i­ca ed all’Associazione nazionale Cit­tà del Vino, oltre 400 asso­ciati in tut­ta Italia.