La mostra biennale in programma dal 5 al 7 di ottobre si conferma punto di riferimento internazionale per il settore

Il G8 delle api per un miele europeo

30/08/2001 in Manifestazioni
A Lazise
Di Luca Delpozzo

Impor­tan­ti e sostanziali novità per «I giorni del miele», bien­nale inter­nazionale di api­coltura per l’agricoltura in pro­gram­ma nel­la cit­tad­i­na lacus­tre dal 5 al 7 otto­bre. Oltre al pri­mo appun­ta­men­to a liv­el­lo europeo per gli api­coltori, l’edizione del nuo­vo mil­len­nio si annun­cia con i numeri per con­sen­tire alla man­i­fes­tazione, con­sol­i­datasi in vent’anni di impeg­no pro­fu­so dalle Ammin­is­trazioni comu­nali che si sono susse­gui­te, di puntare a un salto impor­tante di qual­ità. Già l’incontro degli api­coltori europei, mes­so in moto gra­zie al con­sis­tente appog­gio dato alla man­i­fes­tazione bena­cense dal­la Giun­ta regionale con l’intervento dell’assessore all’Agricoltura Gian­car­lo Con­ta, è una pri­ma con­fer­ma di quel ruo­lo europeo al quale la bien­nale ambi­va. Il tut­to con un obi­et­ti­vo palese: tra­mutare «I giorni del miele» in una pres­ti­giosa vet­ri­na per val­oriz­zare e pro­muo­vere la qual­ità del miele prodot­to nei pae­si d’Europa. Appro­pri­a­to per­tan­to il tema «Api­coltura in Europa» scel­to per ques­ta edi­zione di inizio sec­o­lo, che ver­rà svilup­pa­to in due gran­di incon­tri: «L’Europa dell’apicoltura & l’associazionismo europeo» con la pre­sen­za delle asso­ci­azioni di api­coltori dei diver­si pae­si dell’Ue.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti