Costerà 3 miliardi e sarà tutta di legno la futura passeggiata. Un pontile dal porto alla Madonna della Villa

Il lungolago in passerella

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Prende for­ma il prog­et­to per la costruzione del­la nuo­va passeg­gia­ta a lago di Riv­oltel­la. L’asses­sore ai Lavori pub­bli­ci, Tom­ma­so Gia­rdi­no, si è incon­tra­to con l’ar­chitet­to Dogliot­ti, lo stes­so che ha dis­eg­na­to il grandioso lun­go­mare di Gen­o­va, dal quale ha rice­vu­to il prog­et­to pre­lim­inare. Prossi­mi pas­sag­gi: dis­cus­sione in Giun­ta, quin­di invio alla Soprint­en­den­za ai Beni Ambi­en­tali di Bres­cia per le osser­vazioni di mer­i­to. Poi, se da via Cali­ni dovesse arrivare il via lib­era, il Comune potrà indire il ban­do di gara per l’ap­pal­to del­l’­opera. Che costerà cir­ca 3 mil­iar­di di lire. Sarà l’ul­ti­ma opera pub­bli­ca del­la Giun­ta di cen­trode­stra pri­ma di affrontare la battaglia elet­torale del­la prossi­ma pri­mav­era. Ma come si pre­sen­terà la nuo­va passeg­gia­ta a lago di Riv­oltel­la, per lun­go tem­po sog­na­ta e inse­gui­ta dal­la popo­lazione e dagli oper­a­tori tur­is­ti­ci del­la frazione? Il trac­cia­to par­tirà dal­la zona del por­tic­ci­o­lo pub­bli­co per ter­minare nei parag­gi del­la Madon­na del­la Vil­la. Come antic­i­pa­to a «Bres­ciaog­gi» dal­l’asses­sore Gia­rdi­no, la passeg­gia­ta sarà cos­ti­tui­ta da una passerel­la in leg­no posa­ta su piloni del­l’al­tez­za di 2 metri cir­ca sopra la super­fi­cie del lago. Non sarà appog­gia­ta, come si prevede­va inizial­mente, alla riva ma sarà stac­ca­ta da essa di cir­ca 20 metri. Questo per evitare un lun­go ed improb­a­bile accor­do con i pro­pri­etari delle aree che s’af­fac­ciano a lago (ville, con­do­mi­ni, ecc.). «La passerel­la — dice l’assessore Gia­rdi­no — non dovrebbe rap­p­re­sentare alcun prob­le­ma per il pae­sag­gio o per la percezione visi­va dal lago, in quan­to la passerel­la è in leg­no e si inte­gra benis­si­mo con l’am­bi­ente cir­costante: saran­no comunque i tec­ni­ci del­la Soprint­en­den­za a val­utare l’opera». La passerel­la sarà inoltre larga oltre 4 metri e mez­zo, dunque suf­fi­cien­te­mente ampia per con­sen­tire agevol­mente il pas­sag­gio dei pedoni. L’in­tera opera dovrà essere real­iz­za­ta, come tiene a pre­cis­are l’asses­sore ai Lavori pub­bli­ci, «da un’im­pre­sa molto com­pe­tente e con espe­rien­za in lavori marit­ti­mi». Infat­ti, la passerel­la pog­gerà su una fila di piloni che dovran­no essere impiantan­ti nel fon­dale del lago a una dis­tan­za, si dice­va, di una venti­na di metri dal­la riva. «Solo il leg­name nec­es­sario — ril­e­va anco­ra Gia­rdi­no — ci costerà qual­cosa come 600 mil­ioni, in quan­to è pregev­ole e robus­to allo stes­so tem­po». Lun­go questo gigan­tesco pon­tile è pre­vista la col­lo­cazione di numerose piante orna­men­tali e alcune «rotonde» panoramiche dove i pedoni potran­no sostare e goder­si il panora­ma del lago e del­la riva. Tem­pi ragionevoli per la con­seg­na alla popo­lazione: non pri­ma del­l’es­tate prossi­ma. In ogni caso per la frazione si trat­ta di un sec­on­do colpo mes­so a seg­no, dopo la ria­per­tu­ra del mod­er­no e fun­zionale sta­bil­i­men­to bal­n­eare del­la Spi­ag­gia d’Oro. Ieri pomerig­gio, intan­to, la Madon­ni­na del­la Vil­la, pro­tet­trice dei pesca­tori di Riv­oltel­la, è sta­ta trasporta­ta in bar­ca dal pic­co­lo san­tu­ario del­la local­ità fino al por­to di Riv­oltel­la. Qui, ad atten­der­la, il par­ro­co e moltissi­mi fedeli. Dopo la rit­uale benedi­zione, la stat­ua è sta­ta por­ta­ta in cor­teo fino alla nuo­va par­roc­chiale. Tra pochi giorni ritornerà alla chieset­ta del­la Vil­la. L’inizia­ti­va è sta­ta del Cir­co­lo nau­ti­co «Riv­oltel­la Zat­tera» e del­la parrocchia.