Il progetto “Itaca” apre gli eventi velici della Centomiglia del Circolo Vela Gargnano

08/08/2013 in Vela
Di Luigi Del Pozzo

Il apre il suo agos­to-set­tem­bre veli­co con l’ap­pun­ta­men­to ris­er­va­to ad “Ita­ca”, il prog­et­to di vela ter­apia del­l’Ail, l’As­so­ci­azione Ital­iana Leucemie e Lin­fo­mi. Nel­la gior­na­ta di saba­to pazi­en­ti e famil­iari dei rea­parti di onco ed ema­tolo­gia degli Spedali di Bres­cia e del Bor­go Tren­to di Verona veleg­gier­an­no nel­la acque di Bogli­a­co e Gargnano, di fat­to le prime miglia del­la , la cui 63a edi­zione tornerà i prossi­mi 7–8 set­tem­bre per il suo affasci­nante giro del lago a tut­ta veloc­ità, ovvi­a­mente velica.

La veleg­gia­ta di “Ita­ca” è una delle tante inizia­tive che il Cir­co­lo Vela Gargnano mette in atto durante la sua anna­ta orga­niz­za­ti­va. A mag­gio di quest’an­no c’era sta­to il Cam­pi­ona­to Ital­iano delle barche “Acces­si­bili” (Access Class), ris­er­vate ed adat­te a tim­o­nieri con qual­si­asi tipo di dis­abil­ità in ambito moto­rio. L’even­to era sta­to pro­mosso gra­zie ad alcu­ni part­ner come Osmi, Fon­dazione Asm Bres­cia, Croce Rossa Ital­iana, Dap, l’or­ga­niz­zazione a ter­ra ed in acqua gra­zie alla col­lab­o­razione di Hyak Onlus e del­la Can­ot­tieri Gar­da di Salò. Anche la Cen­tomiglia avrà un suo momen­to sociale con la gara sen­za clas­si­fi­ca del­la “Cen­toPeo­ple”, che si cor­rerà sem­pre saba­to 7 set­tem­bre. La “Cen­to Peo­ple” sarà una man­i­fes­tazione per le barche da dipor­to e per i prog­et­ti di “velat­er­apia” o legati al mon­do del sociale. La rega­ta, che si svilup­perà sul per­cor­so Gargnano-Iso­la del­l’O­li­vo di Mal­ce­sine e ritorno, sarà a “vele bianche”. Vivrà il momen­to del­la parten­za con tut­to il resto delle flotte, scat­tan­do, come tut­ti gli altri scafi del­la Cen­tomiglia, alle 8 e mez­zo di saba­to 7 set­tem­bre dai por­tic­ci­oli a Bogli­a­co di Gargnano, gius­to a metà lago di Gar­da. Tra i prog­et­ti che han­no già con­fer­ma­to la loro ade­sione ci sono le barche delle Coop Archè di Tren­to, un 13 metri con tutte le bar­riere abbat­tute, “Eos la vela per tut­ti” di Verona, gli scafi del Comi­ta­to Par­alimpi­co Lom­bar­do con lo skip­per che sarà anche tes­ti­mo­ni­al per Croce Rossa. Altra realtà pre­sente con due imbar­cazioni sarà “Hyak”, lo scafo del prog­et­to lega­to al dis­a­gio men­tale e real­iz­za­to con il Cps di Salò e l’Azien­da Ospedaliera di Desen­zano del Gar­da gra­zie alla sen­si­bil­ità del dot­tor Gigi Nobili. Il nome “Hyak” prende spun­to dal film “Qual­cuno volò sul nido del cucu­lo” con Jack Nichol­son, un grup­po di pazi­en­ti che fug­gono ver­so la lib­ertà. Ed è anche il nome del prog­et­to di velat­er­apia dei repar­ti di psichi­a­tria degli Ospedali del­la riva lom­bar­da del Gar­da. «Hyak» è anche il nome di una bar­ca, un «Piviere» che è già sta­to uti­liz­za­to per crociere lun­go le rive del Gar­da e per regate come la

Cen­to Peo­ple” del Cir­co­lo Vela Gargnano oppure la “Trans Lac en Du” del­la Can­ot­tieri Gar­da, cos­tituen­do un momen­to ter­apeu­ti­co impor­tante e ampia­mente col­lauda­to nel­la realtà del Gar­da e del­la Valsab­bia con i pazi­en­ti psichi­atri­ci gravi. «Sti­amo facen­do leva — spie­ga il dot­tor Nobili, respon­s­abile del­l’inizia­ti­va — sul­la metafo­ra del­la ver­so la lib­ertà. Lib­ertà da una malat­tia che limi­ta l’agire quo­tid­i­ano e che per questo è una vera e pro­pria pri­gione. E fun­ziona, prob­a­bil­mente per­ché per andare a vela c’è bisog­no di sin­er­gia e di com­plic­ità, di alleanze e di fidu­cia negli altri. Così chi parte­ci­pa è costret­to a met­ter­si in gio­co». Dopo “Ita­ca”

Gli “even­ti” del­la Cen­tomiglia 2013 con­tin­uer­an­no il 22–25 agos­to con il Cam­pi­ona­to Nazionale Open del­la classe Asso 99. Il pri­mo di set­tem­bre sarà la vol­ta del 47° e la 50 Miglia per i mul­ti­scafi (Base al Cir­co­lo Vela di Toscolano-Made­no), la rot­ta Gargnano-Tor­bole e ritorno. Il 7–8 set­tem­bre sarà la vol­ta del­la clas­si­ca a tut­to lago, domeni­ca 8 sul­la rot­ta Cam­pi­one-Gargnano del­la Cen­to Surf e Cen­to Kite, l’even­to veli­co che l’an­no pas­sato ha vis­to al via ben 90 agguer­ri­ti surfer e kiter. La set­ti­mana suc­ces­si­va alla Cen­tomiglia (12–15 set­tem­bre) si cor­rerà il Cam­pi­ona­to d’Eu­ropa del monotipo francese Fun, il 28–29 set­tem­bre si farà fes­ta con la “Chil­dren­wind­cup”, la Cen­tomiglia dei ragazzi e la fes­ta di pre­mi­azione del­la 63a Cen­tomiglia, man­i­fes­tazioni pro­mosse con l’ ed i repar­ti di Onco-Ema­tolo­gia Pedi­atri­ca del­l’Ospedale dei Bam­bi­ni del Civile di Bres­cia. I part­ners che han­no ader­i­to al prog­et­to Cen­tomiglia 2013 sono Mari­na Yacht­ing, Bel Gela­to, Dap Bres­cia, Gar­da Lom­bar­dia, Bres­cia Tourism, Cabo Verde Time; i part­ners sociali Abe (Asso­ci­azione Bam­bi­no Emopati­co), Croce Rosa Ital­iana Bres­cia, Hyak Onlus, Seg­re­tari­a­to sociale Rai.