Il Vittoriale è Gabriele d’Annunzio | Libri

10/07/2018 in Libri
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Pietre vive sul Garda – Gli Amici del Vittoriale a passeggio con Gabriele d’Annunzio” è il libro curato da Raffaella Canovi e Massimiliano Colonetti, con la grafica di Mauro Simpsi e una nota di Giordano Bruno Guerri.

Come scrive l’autrice Raffaella Canovi nella prefazione, “questo libro nasce dalla passione per Gabriele d’Annunzio, per tutto quello che il poeta abruzzese ha rappresentato nel panorama letterale e culturale italiano ed europeo”.

E, ancora, si legge nella prima pagina: “Alcune fotografie sono accompagnate da aneddoti ancora inediti, raccolti da Massimiliano Colonetti, che ha avuto la fortuna di sentirli narrati dalla viva voce di chi aveva vissuto il Vittoriale quando il comandante era ancora il vita, o perché in visita o addirittura perché vi lavorava. La maggioranza di tali episodi sono infatti narrati da Enrico Colonetti, nato a Gardone nel 1896, ed entrato al Vittoriale come sarto e ‘tuttofare’. Altri racconti furono tramandati dalla zia del nostro amico, la signora Bianca, anche lei sarta, spesso impiegata presso il Vittoriale, dove lavorò per 50 anni e da Giuliano Mometti, figlio di Gigi, ‘tuttofare del comandante”.

Il Vittoriale non è infatti una semplice abitazione, scrive ancora la Canovi, “ma un vero museo a cielo aperto, dove sono raccolti i cimeli, le reliquie e soprattutto i ricordi di d’Annunzio; qui è possibile rivivere la sua vita inimitabile perché il Vittoriale è Gabriele d’Annunzio, è la sua materializzazione, è la summa delle sue esperienze, dei suoi amori, delle sue passioni e delle sue lotte: il Vittoriale cattura e incanta, anzi, è il vate stesso che ci ammalia”.

Commenti

commenti