Un concorso per inventare il marchio del monte Baldo

Iniziativa della Comunità montana

03/12/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Un ban­do per creare il mar­chio di pro­mozione tur­is­ti­ca del e lan­cia­r­lo in tut­to il mon­do. Lo ha indet­to la Comu­nità mon­tana del Bal­do che, tra le offerte più dis­parate del mer­ca­to tur­is­ti­co, pun­ta a ren­dere riconosci­bile il suo prodot­to: il monte Bal­do. «L’auspicio del­la giun­ta», spie­ga il pres­i­dente Cipri­ano Castel­lani, «è di trovare un sim­bo­lo vis­i­bile e di facile let­tura che sin­te­tizzi le mille sfac­cettature di quest’area unica».Il con­cor­so scade ven­erdì 30 mar­zo ed è aper­to a soci­età di design, grafi­ci, design­er e architet­ti che eserci­tano attiv­ità pro­fes­sion­ale in for­ma inte­gra­ta almeno dal 1 gen­naio 2001. Si può parte­ci­pare sin­go­lar­mente o in grup­po (indi­can­do un capogrup­po), a pat­to di non essere mem­bri dei con­sigli e delle giunte dei comu­ni o dipen­den­ti e col­lab­o­ra­tori del­la Comunità.Verranno selezionati tre final­isti: al vinci­tore asso­lu­to andran­no 3mila euro, al sec­on­do e ter­zo clas­si­fi­ca­to saran­no asseg­nati, rispet­ti­va­mente, 1000 e 500 euro. La giuria, che sarà nom­i­na­ta dal­la giun­ta comu­ni­taria e pre­siedu­ta da Castel­lani, potrà seg­nalare e men­zionare anche altre pro­poste e tut­ti i lavori per­venu­ti saran­no poi esposti in una mostra aper­ta al pubblico.Entro 90 giorni dal­la chiusura gli autori non pre­miati e non seg­nalati dovran­no riti­rare i pro­pri prog­et­ti che, altri­men­ti, rester­an­no a dis­po­sizione dell’ente. I pri­mi tre clas­si­fi­cati dovran­no invece fornire gli elab­o­rati in for­ma defin­i­ti­va (in stam­pa e sup­por­ti infor­mati­ci) alla Comu­nità che, cor­rispos­to il pre­mio, acquis­terà tut­ti i dirit­ti esclu­sivi di uti­liz­zazione eco­nom­i­ca e ripro­duzione, reg­is­trazione, pub­bli­cazione, in Italia e nel mon­do. Info: 045–6230978. I mod­uli si pos­sono riti­rare negli uffi­ci del­la Comu­nità dalle 9 alle 13 e il lunedì, mart­edì e giovedì anche dalle 15 alle 17.

Parole chiave: