La Cultura non si ferma: al Museo Nicolis di Villafranca ingresso omaggio 0–10 anni per tutto il mese di marzo.

07/03/2020 in Senza categoria
Parole chiave: -
Di Redazione

Il rilan­cia la Cul­tura come “bene comune”, un val­ore che apre la mente e rigen­era lo spir­i­to.

Trascor­rere del tem­po, con i figli, con gli ami­ci ma anche soli, in un pos­to bel­lo, pieno di cose stra­or­di­nar­ie da vedere, regala gran­di emozioni.

Riem­pire il cuore e la mente attra­ver­so nuove scop­erte fa stare bene e rende feli­ci. Ecco per­ché il Nico­l­is, per tut­to il mese di mar­zo, apre le porte GRATUITAMENTE A TUTTI i ragazzi da 0 a 10 anni, che potran­no fare un viag­gio nel tem­po lun­go 1km attra­ver­so le 10 collezioni.

Cul­tura e Soci­età sono capisal­di del­la vita umana” affer­ma Sil­via Nico­l­is, pres­i­dente dell’omonimo museo “una cul­tura pre­sente e atti­va for­ma gli indi­vidui, illu­mi­na la mente e regala la con­sapev­olez­za di ciò che siamo e di quel­lo che pos­si­amo anco­ra fare. Un Museo è pro­prio il luo­go ide­ale per far star bene le per­sone e dare for­ma a nuovi prog­et­ti”.

Un per­cor­so nel­la sto­ria del Nove­cen­to fra sto­rie, stili di vita, sport e miti nei diver­si peri­o­di stori­ci.
L’opportunità di conoscere i nos­tri tesori che com­pon­gono le dieci pres­ti­giose collezioni: ore spe­ciali per ricari­car­si, pron­ti a tornare alle occu­pazioni quo­tid­i­ane con un’esperienza uni­ca nel pro­prio bagaglio.

Sono centi­na­ia le auto d’epoca, le moto e le bici­clette che potrete ammi­rare insieme ai ragazzi, in un’esposizione che rac­con­ta l’evoluzione di questi mezzi e i pro­gres­si dell’intera soci­età.

Ma al Museo Nico­l­is c’è molto di più: 500 mac­chine fotogra­fiche100 stru­men­ti musi­cali100 mac­chine per scri­vereaero­mo­bili e una rara collezione di oltre 100 volan­ti delle mono­pos­to di For­mu­la 1.

Impos­si­bile non rimanere sor­pre­si e affas­ci­nati da ogget­ti e opere d’arte che l’ingegno dell’uomo ha saputo creare.

 

Tra le più emozio­nan­ti e sug­ges­tive espo­sizioni pri­vate nel panora­ma inter­nazionale, il Museo Nico­l­is di Verona nar­ra la sto­ria del­la tec­nolo­gia e del design del XX sec­o­lo.
Il riconosci­men­to dell’eccellenza gli deri­va oggi dall’attribuzione del più ambito e pres­ti­gioso pre­mio nel panora­ma mon­di­ale dell’auto clas­si­ca indet­to dagli esper­ti del Mag­a­zine Octane: Muse­um of the Year 2018 a The His­toric Motor­ing Awards.

La nasci­ta del Museo si deve alla grande pas­sione di Luciano Nico­l­is. La sto­ria di una vita che ha trova­to la sua col­lo­cazione in uno spazio espos­i­ti­vo di 6000 mq nel duemi­la, anno del­la sua inau­gu­razione. I suoi cap­ola­vori sono sta­ti sud­di­visi in dieci diverse collezioni con l’obiettivo di costru­ire un per­cor­so organ­i­co, pro­fes­sion­al­mente qual­i­fi­ca­to e strut­tura­to per sod­dis­fare il vis­i­ta­tore più esi­gente.

Il pat­ri­mo­nio delle collezioni è di grande spes­sore e rap­p­re­sen­ta una realtà esclu­si­va: oltre 200 auto d’epoca, 110 bici­clette, 100 moto­ci­clette, 500 mac­chine fotogra­fiche, 100 stru­men­ti musi­cali, 100 mac­chine per scri­vere, aero­nau­ti­ca, oltre 100 volan­ti delle sofisti­cate mono­pos­to di For­mu­la 1 e innu­merevoli opere dell’ingegno umano esposte sec­on­do itin­er­ari anto­logi­ci, stori­ci e stilis­ti­ci.

Non è un caso che il Museo Nico­l­is rap­p­re­sen­ti un “unicum” nel suo genere e ven­ga indi­ca­to come emblem­ati­co del­la mod­er­na cul­tura d’impresa.

Sil­via Nico­l­is rico­pre il ruo­lo di vice pres­i­dente di Museim­pre­sa, l’associazione che fa capo ad Assolom­bar­da e Con­find­us­tria per la val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio di sto­ria indus­tri­ale ital­iana. E’ inoltre com­po­nente di Giun­ta di Cam­era di Com­mer­cio Verona con del­e­ga al Tur­is­mo.

 

 

 

 

Parole chiave: -