Da stasera al Palacongressi un seminario sugli audiovisivi con le maggiori firme del settore

La fotografia italiana e tedesca sono pronte a scattare per tre giorni

07/11/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Garda

Un week end da cap­i­tale del­la fotografia ital­iana. Da stasera, giovedì, a domeni­ca Gar­da ospiterà il ses­to sem­i­nario nazionale del Diaf, il dipar­ti­men­to che, nel­l’am­bito del­la fed­er­azione ital­iana di fotografia, si occu­pa di audio­vi­sivi. Ad aprire la lun­ga e qual­i­fi­ca­ta ker­messe, che vedrà in riva al lago centi­na­ia di fotografi prove­ni­en­ti da tut­t’I­talia, è, oggi, una ser­a­ta di gala del dia­po­ra­ma, che, dalle 20.30 in poi, al pala­con­gres­si, prevede la proiezione dei lavori di alcune delle mag­giori firme del set­tore. E al ter­mine (l’in­gres­so è libero), c’è anche un gad­get spe­ciale: una stam­pa litografi­ca numer­a­ta di grande for­ma­to che ripro­duce una foto panoram­i­ca di pun­ta San Vig­ilio scat­ta­ta da Ivano Maf­fez­zoli, ani­ma­tore del locale grup­po fotografi­co Lo Scat­to, il foto­club che offre il sup­por­to orga­niz­za­ti­vo del­l’in­tera man­i­fes­tazione, col patrocinio del comune di Gar­da, del­la Provin­cia, del­la Comu­nità del Gar­da e del­la Regione Vene­to. Domani ci si trasferisce allo Sportho­tel Olimpo per l’aper­tu­ra dei lavori con­gres­su­ali, introdot­ti da Boris Grad­nik, diret­tore del Diaf, e da Gior­gio Tani, leader stori­co e pres­i­dente ono­rario del­la Fiaf, la fed­er­azione dei fotografi ital­iani. Alle 18 sono pre­viste le proiezioni dei lavori di Ita­lo Caon e Gabriele Pinar­di, recen­te­mente pre­miati in con­cor­si nazion­ali. Alle 20.30, ses­sioni di proiezioni con anal­isi crit­i­ca (di sce­na la opere di Bassi, Cal­lioni, De Francesco, Fori­go, Menin, Vago, Bolon­di, Wit­tum, Don­ni­ni, Di Tul­lio, Fimi­ani, Biamino e del Foto­club Etruria). Saba­to si riprende con le proiezioni alle 9.30: i lavori sot­to la lente sono quel­li di Romanzi, Chiar­aval­li, Grop­pi, Gen­zano e Berti. Alle 10.30 sono invece in pro­gram­ma i dia­po­ra­ma parte­ci­pan­ti al con­cor­so Quat­tro­minu­ti: proi­et­tano Bolon­di, Cal­lioni, De Francesco, Vic­tor, Poc­cetti, Mon­tali e Pas­tori­no. Nel pomerig­gio, alle 14.30 prende avvio il work­shop sul tema «Sig­ni­fi­ca­to e costruzione del­la dram­matur­gia sono­ra e visi­va per una buona rius­ci­ta di una audio­vi­si­vo». La lezione, con tan­to di dimostrazione prat­i­ca, sarà cura­ta dal fotografo pro­fes­sion­ista Math­ia Michel, pres­i­dente del Dia­po­ra­ma club tedesco. Alle 17.30 anco­ra proiezioni del con­cor­so Quat­tro­minu­ti con i lavori di Bar­tolozzi, Berti, Berti­ni, Car­li, Lumi­ni, Gori, Pallav­era, Lan­di­ni, Davighi, Bar­tolozzi, Crot­ti, Fori­no, Miglio, Parussi­ni, Boni­fa­cio e Anzo­la. Alle 21.30 (e come la sera prece­dente, per l’oc­ca­sione si aprono anche al pub­bli­co le porte del­la sala di proiezione) è in cal­en­dario un even­to inter­nazionale: la ser­a­ta del dia­po­ra­ma tedesco (gli audio­vi­sivi sono fir­mati da Dreves, Michel, Lieberum, Ange­li­ka e Wol­gang Raatz, Horn, Brigitte e Wolf­gang Lehmann, il Progin­na­si­um Neresheim, la Fach­ho-schule Furt­wan­gen, Frohn­weil­er, Rehn­er e Bloch). Per l’oc­ca­sione sarà a Gar­da anche Ful­vio Mer­lak, pres­i­dente nazionale del­la Fiaf. Domeni­ca mat­ti­na ulti­ma ses­sione di proiezioni alle 10: sta­vol­ta è il turno di Pas­tori­no, Mon­tali, Odet­ta e Oreste Fer­ret­ti, Gori, Davighi, Riz­za­to e De Agnoi, Ben­tivoglio, Anzo­la e Caon.