Sanità sul Garda, il direttore generale dell’Asl fa il bilancio e annuncia la novità in vista della stagione turistica. Scarcella: «Sarà potenziato il servizio a Toscolano e Manerba»

La guardia medica raddoppia

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

Novità in vista per il dis­tret­to garde­sano dell’Asl. Data la vocazione tur­is­ti­ca del per ques­ta estate è pre­vis­to il poten­zi­a­men­to del­la guardia med­ica tur­is­ti­ca di Toscolano e di Maner­ba che sarà atti­va 7 giorni su 7 per 12 ore al giorno (dalle 8 alle 20), men­tre per l’area delle dipen­den­ze la sede del Sert di Desen­zano ver­rà ricon­ver­ti­ta in un impor­tante cen­tro di pre­ven­zione e non più di diag­nosi e cura che invece sarà di per­ti­nen­za del cen­tro di Salò. Ad annun­cia­re queste inno­vazioni, oltre ad illus­trare la situ­azione gen­erale del­la san­ità del Dis­tret­to 11 del Gar­da (da Limone fino a Poz­zolen­go), sono sta­ti Carme­lo Scar­cel­la diret­tore gen­erale dell’Asl di Bres­cia, Fiorel­la Cado­ria diret­tore del dis­tret­to garde­sano, ed il sin­da­co di Sirmione Mau­r­izio Fer­rari in qual­ità di pres­i­dente dell’assemblea di dis­tret­to del Gar­da. «L’esperienza del­la scor­sa sta­gione — ha spie­ga­to Scar­cel­la — con il servizio di guardia med­ica tur­is­ti­ca a pieno vig­ore ha mostra­to la neces­sità di un servizio anco­ra mag­gior­mente poten­zi­a­to. Abbi­amo indi­vid­u­a­to in Toscolano e Maner­ba i due bari­cen­tri per l’utenza, gra­zie anche al rap­por­to del dis­tret­to con i comu­ni». Nell’ambito delle dipen­den­ze vi è sta­to un aumen­to di 20 unità rispet­to ai pazi­en­ti pre­si in cari­co nel 2002, con un incre­men­to mag­giore dei dipen­den­ti da cocaina e si è riscon­tra­ta una mag­giore prob­lem­atic­ità dei pazi­en­ti. In totale l’Asl ha pre­so in cari­co 311 sogget­ti per 326 trat­ta­men­ti. Sono attivi due grup­pi gen­i­tori con figli con prob­le­mi di dipen­den­za nelle due sedi Sert (a Salò e Desen­zano) che s’incontrano con caden­za quindic­i­nale, e durante l’anno il grup­po ha prodot­to un opus­co­lo di prossi­ma pub­bli­cazione. Per quan­to riguar­da i sogget­ti dipen­den­ti da alcol ne sono sta­ti pre­si in cura 113 per 115 trat­ta­men­ti, ed è atti­vo nel­la sede di Salò un grup­po di alcol­isti e famil­iari con caden­za set­ti­manale. L’attività di pre­ven­zione nelle scuole prevede due sportel­li ascolto negli isti­tu­ti supe­ri­ori e sono pros­e­gui­ti gli incon­tri infor­ma­tivi con gli stu­den­ti delle medie e delle prime clas­si delle supe­ri­ori, ma rimane la dif­fi­coltà di dare risposte organiche e com­lesse alle tante richi­este. Pro­prio per poten­ziare la pre­ven­zione si è pen­sato di ricon­ver­tire il sert di Desen­zano a ques­ta fun­zione, con inizia­tive nei con­fron­ti dei gio­vani Il tas­so di ricovero del Dis­tret­to è in costante decre­men­to: 130.67 per mille del 2003, con­tro il 146.49 dell’anno prece­dente, anche se vi è una quo­ta ril­e­vante di res­i­den­ti del­la zona che ven­gono ricoverati in strut­ture ospedaliere di altre regioni (il 20.74% nel 2002). Al con­sul­to­rio famil­iare si sono riv­olti 4.577 garde­sani per la mag­gior parte adul­ti, 249 sono gli uten­ti che si sono riv­olti all’Equipe Oper­a­ti­va Hand­i­cap, men­tre 1.241 uten­ti si sono riv­olti all’assistenza agli anziani. Nel 2003 si sono ver­i­fi­cati 11 casi di legionel­losi, e sono aumen­tati i con­trol­li: sono sta­ti effet­tuati 482 pre­lievi. Per quan­to riguar­da la cam­pagna di mon­i­tor­ag­gio del­la con­cen­trazione di «radon indoor», vol­ta all’individuazione delle aree ad ele­va­ta radioat­tiv­ità nat­u­rale, sono sta­ti con­seg­nati all’Arpa i 127 dosimetri posizionati nel­la zona, e presto si sapran­no i risul­tati. Nell’area dell’assistenza pri­maria il Dis­tret­to ha oper­a­to per sen­si­bi­liz­zare i medici all’uso cor­ret­to dei far­ma­ci e al con­teni­men­to del­la spe­sa far­ma­ceu­ti­ca che infat­ti nel 2003 risul­ta dimi­nui­ta del 9.2% nel pri­mo trimestre e del 8.2 nel sec­on­do rispet­to alla media Asl. Per quan­to con­cerne lo screen­ing mam­mo­grafi­co riv­olto alle donne dai 50 ai 69 anni, nel 2003 rispet­to alle 6.520 uten­ti invi­tate, il 39.86% si è pre­sen­ta­to al pri­mo richi­amo. Tale attiv­ità ripren­derà anche per quest’anno a fine mag­gio par­tendo da Gargnano.

Parole chiave: