Al concorso hanno partecipato oltre trecento alunni delle elementari

«L’acqua, la natura, la storia» Sirmione nei disegni dei bambini

28/12/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Terme, Comune e Asso­ci­azione Com­mer­cianti insieme per pre­mi­are i dis­eg­ni del con­cor­so a tema “L’ac­qua, la natu­ra, la sto­ria di Sirmione”, giun­to alla sua terza edi­zione. E’ sta­ta una grande fes­ta, quel­la svoltasi nel­lo sta­bil­i­men­to ter­male Vir­gilio di Colom­bare, che ha vis­to arrivare oltre tre­cen­to bam­bi­ni del­la scuo­la ele­mentare “” e delle scuole mater­ne di Sirmione, Colom­bare e Lugana. Appe­si alle pareti del cen­tro ter­male c’er­a­no centi­na­ia di dis­eg­ni, seg­no evi­dente del­la mas­s­ic­cia ade­sione dei baby-artisti all’inizia­ti­va. Inizia­to pri­ma sui banchi di scuo­la, il con­cor­so ha pros­e­gui­to a dicem­bre, inser­i­to all’in­ter­no del fit­to cal­en­dario di “Sirmione, la Via del­la Luce”, nelle strade del­la cit­tad­i­na, esposti nei negozi di Sirmione e Colom­bare, fino a giun­gere al Vir­gilio per l’e­po­sizione finale. Sor­pren­den­ti i risul­tati del con­cor­so. I bam­bi­ni uti­liz­zan­do i loro mate­ri­ali prefer­i­ti e attra­ver­so la loro fan­ta­sia, conoscen­za e vis­su­to, han­no cre­ato quat­tordi­ci lavori che ritrag­gono Sirmione in dif­fer­en­ti vesti e nei suoi più cele­bri scor­ci: il Castel­lo Scaligero, le , le Terme, il litorale. Il con­cor­so prevede che tut­ti i dis­eg­ni risulti­no vinci­tori e che il pre­mio sia uno per ogni strut­tura. I regali, donati dal­la soci­età Terme, sono sta­ti un com­put­er per la scuo­la ele­mentare e mate­ri­ale di can­cel­le­ria e gio­cat­toli per le tre scuole mater­ne. «Le Terme sono sem­pre più sen­si­bili e attente al mon­do dei bam­bi­ni — affer­ma il con­sigliere del­e­ga­to del­la soci­età di piaz­za Vir­gilio, Fil­ip­po Fer­né — il con­cor­so di dis­eg­no segue altre attiv­ità che l’azien­da pro­muove annual­mente, come l’adozione dei leoni a dis­tan­za, le immag­i­ni, le immag­i­ni di Pro­co­pio da col­orare, e lezioni sul­l’ac­qua ter­male e sulle risorse del ter­ri­to­rio: questo è solo l’inizio di quel­lo che vor­rem­mo fare per i bam­bi­ni e le scuole». Ques­ta inizia­ti­va è anche un’oc­ca­sione per , del­e­ga­ta all’istruzione del Comune, per rib­adire che «sono molte le attiv­ità des­ti­nate ai pic­coli sia in àmbito sco­las­ti­co che extra sco­las­ti­co; il con­cor­so di dis­eg­no rap­p­re­sen­ta per i bam­bi­ni un mez­zo molto impor­tante per far­li sen­tire parte inte­grante del ter­ri­to­rio in cui vivono, inoltre può essere per le isti­tuzioni uno stru­men­to per leg­gere il nos­tro Paese con i loro occhi». Sod­dis­fazione si legge anche sul volto di Raoul Negri, pres­i­dente dei com­mer­cianti. «Ogni anno — spie­ga — la rasseg­na cresce di parte­ci­pan­ti e di entu­si­as­mo, la sen­si­bil­ità dei com­mer­cianti e del­la popo­lazione si sta riv­ol­gen­do sem­pre più ver­so i gio­vani. L’As­com pro­pone un coin­vol­gi­men­to in modo par­ti­co­lare delle nuove gen­er­azioni sol­lecitan­do la loro curiosità, fan­ta­sia e le loro atti­tu­di­ni. La nos­tra col­lab­o­razione con Terme e Comune ha l’in­ten­to di svilup­pare un con­cet­to cul­tur­ale per i bam­bi­ni: vogliamo sti­mo­lar­li ad esprimer­si nel modo migliore con­frontan­dosi e col­lab­o­ran­do insieme». L’inizia­ti­va è des­ti­na­ta a rimanere per lun­go tem­po nel “palinses­to” delle Terme e del Comune.