sabato, Luglio 20, 2024
HomeVariousDodici mesi insieme ai fiori per l’ultracentenaria Milia
A ruba il tradizionale calendario di Girardi

Dodici mesi insieme ai fiori per l’ultracentenaria Milia

Allora, cerchiamo di riepilogare: Max ha spogliato la showgirl Rossella Brescia, Maxim la bella Fernanda Lessa, Men’s Health la pallavolista azzurra Francesca Piccinini, Capital ci offre Randi Ingermann, Fox propone le curve della modella venezuelana Aida Yespica, Panorama ha scelto Adriana Volpe, For Men si affida alle grazie di Nina Moric, Controcampo alle sinuosità di Federica Fontana. È la stagione dei calendari, esposti in tutte le edicole, chiacchierati e compratissimi, in genere dedicati a bellezze femminili mozzafiato. In genere. Perché c’è l’eccezione: ogni anno a Torri a farsi editore di lunari illustrati è il macellaio del paese, Mario Girardi, che tutte le volte dedica i dodici mesi a vedute locali. Stavolta è il turno degli scorci floreali del centro storico: accanto a lastre di pietra antica e vetusti portoni ecco un geranio, una dalia, una macchia gialla di tagete. Del tutto in controtendenza, dunque, rispetto alla dominante esposizione di nudità muliebri, lui, il macellaio-editore, si sofferma di anno in anno sulle immagini d’epoca del paese, sulle frazioni, sugli scorci paesani. «Quest’anno», dice Mario Girardi, «ho fatto stampare circa 1.500 copie del calendario, e me ne sono rimaste poche. Il soggetto è costituito da immagini fiorite del paese, per non far dimenticare Torri in Fiore, una manifestazione di vent’anni fa che tanto successo ebbe. Ho ritenuto giusto inoltre, dedicarlo alle donne, specie alla Milia Zucchetti, che ha da passato i cent’anni». Ma l’attività editoriale di Girardi non s’è fermata al calendario. Ha anche pubblicato un poster dal titolo anglofilo: Doors of Torri del Benaco. Tradotto, significa: Porte di Torri del Benaco e mette in fila trentasei ingressi di vecchie abitazioni del paese (sei righe da sei soggetti ciascuna), coi loro splendidi stipiti di marmo antico, con i fregi consunti dallo scorrere del tempo, con i legni a volte tenuti insieme soltanto dall’azione di sgangherati chiavistelli. Un bel colpo d’occhio, che offre una visione anche qui atipica del paese, ponendo sotto la lente quei particolari che tanto spesso sfuggono alla vista distratta del turista mordi e fuggi, ma anche del compaesano che passa di corsa nella giornata di lavoro. Intanto, il fronte del macellaio torresano s’allarga sempre di più anche sul web: Berengario.com, il sito internet dedicato a Torri e gestito da Girardi, sta ampliando a dismisura la propria galleria fotografica. Non c’è praticamente festa o evento locale che non venga immortalato con la fotocamera digitale finendo poi immancabilmente on line. Tra gli ultimi inserimenti, ci sono le feste di Pai, la cerimonia novembrina in ricordo dei caduti, l’inaugurazione della nuova ambulanza della Croce Bianca, il centesimo compleanno di Nino Pescetta, ma anche i ragazzini infreddoliti dei giorni prenatalizi, oppure i funghi tra i boschi del Baldo, perfino una gita in Scozia. Di tutto e di più, insomma, tranquillamente visionabile a video e stampabile in casa.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video