Panchine e cestini costano 160mila euro. Il nuovo molo in pietra rossa circa 188mila

Nei giardini migliaia di piante e 8000 metri quadri di erba

23/08/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo

«Fino ad ora abbi­amo pianta­to cir­ca 2000 piantine di bosso, pic­cole siepi per il gia­rdi­no all’i­tal­iana, 5–6mila piantine di fiori di numerose specie e, alla fine, saran­no sta­ti ste­si cir­ca 8mila metri quadri di tap­peto d’er­ba». Numeri approssi­ma­tivi e anco­ra incom­pleti, quel­li for­ni­ti da Mau­ro Cal­liari, capo dei gia­r­dinieri comu­nali, che, però, sono suf­fi­ci­en­ti a ren­dere l’idea del­la mole di lavoro ese­gui­ta in queste fre­netiche set­ti­mane davan­ti al Palaz­zo dei Con­gres­si. «Dob­bi­amo sos­ti­tuire anco­ra qual­cu­na delle vec­chie siepi e piantare un po’ di fiori, ma il grosso è sta­to fat­to». La voce di Cal­liari, “tec­ni­co dei col­ori”, è qua­si cop­er­ta dal rumore di una macchi­na asfal­ta­trice all’­opera nel piaz­za­le del­l’ex Autostazione. «Per gli asfalti — spie­ga il geome­tra Clau­dio Fedrizzi — l’ap­pal­to si aggi­ra attorno ai 130mila euro. Il rifaci­men­to del molo, invece, è costa­to cir­ca 188mila euro, 106mila euro la spe­sa per la posa degli asfalti eco­logi­ci, 64mila la sis­temazione di Pun­ta Lido men­tre, ad opera fini­ta, pan­chine e ces­ti­ni saran­no costa­ti cir­ca 160mila euro». Questo per il gia­rdi­no, i vialet­ti e l’ac­ces­so al palaz­zo dei Con­gres­si, dove pros­eguono i lavori per il com­ple­ta­men­to del­la nuo­va, impo­nente entra­ta e del “tun­nel” di col­lega­men­to con il vici­no Palameet­ing. «Il tem­po ci ha aiu­ta­to — spie­ga il geome­tra del­la dit­ta EdilChisté — e le varie ditte spe­cial­iz­zate han­no lavo­ra­to in per­fet­ta sin­cro­nia, evi­tan­do ritar­di. Anco­ra qualche giorno e anche noi avre­mo finito».