Entro pochi mesi il Crociale di Manerba verrà completamente rifatto con la creazione di una rotatoria che eliminerà l'ingorgo semaforico

Nuova rotonda al Crociale di Manerba

22/05/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Entro pochi mesi il Cro­ciale di Maner­ba ver­rà com­ple­ta­mente rifat­to con la creazione di una rota­to­ria che elim­in­erà l’in­gor­go semafori­co ren­den­do, almeno si spera, più flu­i­do il traf­fi­co viario lun­go la statale Desen­zano Salò oltre che l’ac­ces­so a Maner­ba ed ai suoi lidi e da Polpe­nazze. La con­fer­ma di ques­ta real­iz­zazione giunge, in maniera uffi­ciale, dal­lo stes­so Asses­sore Provin­ciale ai Lavori Pub­bli­ci oltre che dal sin­da­co di Maner­ba Isidoro Berti­ni. Una notizia final­mente buona dopo tante tristi che quo­tid­i­ana­mente fla­gel­lano ques­ta super­af­fol­la­ta, e spes­so colas­sa­ta statale. Una stra­da che risul­ta anco­ra di pro­pri­età del­l’ANAS e che sino ad ora si è dimostra­ta insen­si­bile ai numerosi inci­den­ti mor­tali che si susseguono ora­mai peri­odica­mente. Mai un inter­ven­to di seg­nalet­i­ca oriz­zon­tale ded­i­ca­ta ai pedoni, l’u­ni­co pas­sag­gio pedonale pre­sente dal Cunet­tone al Desen­zani­no è quel­lo real­iz­za­to dal comune di Padenghe dopo l’en­nes­i­ma strage. Ora sem­bra, e si spera, che entro pochi mesi ques­ta stra­da ven­ga dismes­sa a pas­sa­ta alla Provin­cia la quale nel frat­tem­po ha già inizia­to una serie di stu­di prog­et­tuali atti a miglio­rare la con la mes­sa in atto di mis­ure e seg­naletiche anche per il movi­men­to pedonale. Nel frat­tem­po l’Asses­sore Paroli­ni invi­ta i sin­daci il cui ter­ri­to­rio è attra­ver­sato da ques­ta, anco­ra per poco “Statale”, di pre­dis­porre even­tu­ali domande per la real­iz­zazione di pas­sag­gi pedonali da inviare all’ANAS, richi­este che ver­ran­no sup­por­t­ate dal­la stes­sa Ammin­is­trazione Provin­ciale con lo scopo di ren­dere l’at­tuazione il più veloce pos­si­bile. Maner­ba del Gar­da sarà la pri­ma local­ità a vedere real­iz­za­ta una rota­to­ria. Anzi, per la ver­ità le rota­to­rie real­iz­zate saran­no due, la sec­on­da farà parte di un piano di urban­iz­zazione in fase di real­iz­zazione pro­prio a ridos­so del Cro­ciale. Nei giorni scor­si sono sta­ti asseg­nati, dal­la Provic­nia, i lavori alla dit­ta che si è aggiu­di­ca­ta l’ap­pal­to e che com­porter­an­no una spe­sa di 800 mil­ioni: 500 a cari­co del Comune, 300 mil­ioni alla Provin­cia. Ma ora­mai anche le rota­to­rie lun­go ques­ta SS572, sono giu­di­cate da parte degli stes­si sin­daci insuf­fi­ci­en­ti a risol­vere i peri­coli sem­pre più spes­so lamen­tati. Sec­on­do si dovrà pre­ven­ti­vare la real­iz­zazione dei sot­topas­si tesi ad elim­inare pro­prio quei pun­ti crit­i­ci con delle con­trostrade che vadano ad elim­inare tutte quelle immis­sioni lat­er­ali, più o meno impor­tan­ti, spes­so teatro e causa di inci­den­ti stradali, pre­sen­ti a dis­misura sui fianchi del­la stra­da del­la morte. Dopo Maner­ba, sec­on­do quan­to dichiara­to dal­l’Asses­sore Provin­ciale ai Lavori Pub­bli­ci Paroli­ni, si dovran­no real­iz­zare altre 2 rota­to­rie a Padenghe, oltre al rifaci­men­to di quel­la del Cunettone.

Commenti

commenti