La Giunta programma nuovi posti auto in via Brunati, piazza del Mercato e davanti all’ospedale. L’Ici resta invariata ma aumenterà la tassa sulla raccolta rifiuti

Parcheggi, tre progetti sotto terra

22/12/2001 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

«Uno degli obi­et­tivi pri­or­i­tari del­l’Am­min­is­trazione comu­nale di Salò è cos­ti­tu­ito dal­l’e­si­gen­za di adeguare alle nor­ma­tive in mate­ria di sicurez­za gli impianti degli immo­bili di pro­pri­età: allog­gi, scuole, edi­fi­ci uti­liz­za­ti a scopo cul­tur­ale, sociale o sporti­vo», ha det­to l’asses­sore Nico­la Scot­ti, in sede di approvazione del bilan­cio pre­ven­ti­vo, approva­to col voto favorev­ole del­la mag­gio­ran­za che si riconosce nelle posizioni del Polo (con­trari, invece, tut­ti i grup­pi in mino­ran­za). «A tal fine, per il prossi­mo tri­en­nio abbi­amo stanzi­a­to due mil­iar­di: pur non essendo suf­fi­ci­en­ti, cos­ti­tu­is­cono un pri­mo pas­so di un cam­mi­no che dovrà con­tin­uare». Pros­eguirà l’in­ter­ven­to di manuten­zione stra­or­di­nar­ia del Palaz­zo munic­i­pale. Per quan­to riguar­da il sis­tema idri­co inte­gra­to, si sta val­u­tan­do con l’Azienda la situ­azione del­l’ac­que­dot­to e del­la rete fog­nar­ia, per decidere il da far­si. Nel 2002, comunque, è pre­vis­to un mil­iar­do per la rete del­la zona di viale Lan­di e via Cure del Lino. Istruzione pub­bli­ca . Bisogn­erà spendere un paio di mil­iar­di per la sis­temazione delle aree esterne al nuo­vo liceo, che la Provin­cia costru­irà in local­ità Cam­pov­erde, alle spalle del­la caser­ma dei : pavi­men­tazioni stradali e pedonali, sot­toservizi, ecc. Per il teatro, inser­i­ti un mil­iar­do e mez­zo nel 2003 (con l’o­bi­et­ti­vo di ottenere un con­trib­u­to min­is­te­ri­ale a fon­do per­du­to) e 500 mil­ioni nel 2004. e parcheg­gi . «L’e­si­gen­za più sen­ti­ta dal­la cit­tad­i­nan­za — ha pros­e­gui­to Scot­ti — è di pot­er dis­porre di sem­pre più numerosi posti auto, anche per la neces­sità di lib­er­are il cen­tro stori­co dalle auto, in segui­to ai lavori di piaz­za Vit­to­ria, alle Rive o quel­li ormai prossi­mi nel­la zona del­l’ospedale (piano par­ti­co­lareg­gia­to del­la Can­ot­tieri). Noi rite­ni­amo indis­pens­abile costru­ire tre parcheg­gi inter­rati: in via Brunati, nel com­par­to ex Pir, dove ridur­re­mo le vol­ume­trie res­i­den­ziali e aumenter­e­mo quelle a des­ti­nazione pub­bli­ca, allo scopo di real­iz­zare il Palaz­zo del­la cul­tura; nel piaz­za­le Mar­tiri del­la Lib­ertà, dove si tiene il mer­ca­to del saba­to, rad­doppiando i posti auto attuali e rin­un­cian­do all’inse­di­a­men­to di edi­fi­ci; in piaz­za Leonar­do da Vin­ci (davan­ti all’ospedale). «Dopo il parere neg­a­ti­vo del­l’Au­torità dei Lavori pub­bli­ci di Roma, rifer­i­to al vec­chio ban­do, sti­amo val­u­tan­do alcune soluzioni pos­si­bili. Rite­ni­amo che il cos­to dei tre inter­ven­ti pos­sa essere zero, gra­zie a mec­ca­n­is­mi com­pen­sativi, basati sug­li oneri di urban­iz­zazione a cari­co dei pri­vati, la ven­di­ta di immo­bili comu­nali e la des­ti­nazione a parcheg­gi di tut­ti gli stan­dard». Bisogn­erà poi rifare l’in­cro­cio nel­la zona di innesto fra via Montes­sori e via Zane, con una rota­to­ria (spe­sa di mez­zo mil­iar­do). Urban­is­ti­ca e ter­ri­to­rio . Sì alla prog­et­tazione del sec­on­do trat­to del­la passeg­gia­ta a lago con gli Ami­ci del Gol­fo, gui­dati da (il pri­mo lot­to, dal­la Tavina all’ex Bat­tani, dovrebbe iniziare nei prossi­mi mesi). Inoltre: sot­topas­so a Bar­bara­no, davan­ti all’ho­tel Galeazzi, e intubazione del tor­rente di Vil­la. Per quan­to riguar­da le tar­iffe, Scot­ti ha annun­ci­a­to che l’Ic i rimar­rà invari­a­ta. La misura base è del 7 per mille, ridot­ta al 4 per la pri­ma casa, con detrazione di 200 mila lire. Non accol­ta la pro­pos­ta delle mino­ranze di portare al 7,5 l’im­pos­ta per le abitazioni sfitte (provved­i­men­to pos­si­bile solo nei comu­ni ad alta ten­sione abi­ta­ti­va, non è il caso di Salò) e al 6 quel­la per le case date in locazione, con con­trat­to rego­lar­mente reg­is­tra­to. Crescer­an­no, invece, i canoni per la rac­col­ta e lo smal­ti­men­to dei rifiu­ti (più 10%), e la Cos­ap, rel­a­ti­va all’oc­cu­pazione delle aree pub­bliche (l’au­men­to mag­giore riguarderà gli ambu­lan­ti). L’ad­dizionale Irpef non ver­rà applicata.

Parole chiave: -