Grande interesse, e sopratutto grande successo per il progetto Valtenesi sicura in corso di realizzazione nei 7 comuni che fanno parte, e costituiscono il territorio della Valtenesi

Progetto sicurezza

06/01/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Grande inter­esse, e sopratut­to grande suc­ces­so per il prog­et­to Valte­n­e­si sicu­ra in cor­so di real­iz­zazione nei 7 comu­ni che fan­no parte, e cos­ti­tu­is­cono il ter­ri­to­rio del­la Valte­n­e­si. Una realtà di aggregazione che in ques­ta occa­sione super­erà i con­fi­ni per dare ospi­tal­ità anche, in un prossi­mo futuro, ad altri comu­ni che vor­ran­no tute­lare i pro­pri res­i­den­ti e i pro­pri ospi­ti che han­no scel­to ques­ta o quel­la local­ità per abitare durante i peri­o­di esti­vo o di vacan­za. Un prog­et­to, quel­lo di Valte­n­e­si sicu­ra che già al suo pri­mo vagire ave­va sus­ci­ta­to inter­esse non solo da parte del­la popo­lazione locale ma anche dei media region­ali e nazion­ali. Ne era nato qua­si un caso e, addirit­tura l’esempio da seguire anche da parte di altri pae­si e cit­tà. Una situ­azione sopratut­to, quel­la del­la Valte­n­e­si, da tenere sot­to stret­ta sorveg­lian­za per vedere soprat­tut­to come anda­va il fun­zion­a­men­to. E per i più scetti­ci il pri­mo grande risul­ta­to, come sostiene sin­da­co di Maner­ba e prin­ci­pale artefice e sosten­i­tore di ques­ta idea, scat­terà nei pri­mi giorni di mar­zo quan­do il prog­et­to entr­erà nel vivo dell’operatività con l’inizio del­la vera e pro­pria attiv­ità. Lo stes­so Berti­ni, a nome dei sin­daci ader­en­ti all’iniziativa ha chiesto al prefet­to di pot­er pre­sentare questo Piano di pro­tezione, inizial­mente anche defini­to di “scu­do satel­litare”, al Comi­ta­to di sicurez­za provin­ciale. A dare man­forte all’iniziativa è sce­so in cam­po un grande Isti­tu­to ban­car­io e la stes­sa con un pro­prio con­trib­u­to. Per il momen­to gli ader­en­ti che han­no sot­to­scrit­to l’adesione al prog­et­to sono già oltre 300 per un obbi­et­ti­vo iniziale pre­ven­ti­va­to di cir­ca 1000 uten­ti. Una situ­azione ques­ta uni­ca nel suo genere e che ha vis­to l’interesse anche del vice pres­i­dente del Par­la­men­to Europeo, on. Gui­do Podestà, che il 12 novem­bre scor­so volle pre­dente con­tat­to per­sonal­mente con ques­ta pro­pos­ta, dichiaran­dosi dis­pos­to sostenere l’iniziativa. In quell’occasione l’europarlamentare affer­mò, fra l’altro, che “qui sui sta sper­i­men­tan­do un prog­et­to che cre­do pos­sa essere ripetu­to in altre province. In Europa, e quin­di non solo in Itali la crim­i­nal­ità si sta dimostran­do sem­pre più agguer­ri­ta e deter­mi­na­ta, il fenom­e­no delle rap­ine ai dan­ni dei cit­ta­di­ni nelle pro­prie abitazioni è un fenom­e­no in con­tin­ua espan­sione” e pro­prio nel­la nos­tra provin­cia ulti­mante sono sta­ti numerosi le rap­ine ed i ten­ta­tivi effet­tuati in abitazioni pri­vate. Attual­mente sono sta­ti sola­mente un paio i comu­ni i cui abi­tan­ti siano sta­ti infor­mati cap­il­lar­mente da parte del­la stes­sa soci­età, la GPD Dis­tri­b­u­tion i cui uffi­ci com­mer­ciali sono a Tori­no, che cura la parte tec­ni­ca del prog­et­to. (Per even­tu­ali infor­mazioni è sta­to isti­tu­ito un numero verde diret­to con la soci­età: 800 904699). Un servizio che si svol­gerà attra­ver­so l’utilizzo del­la lin­ea tele­fon­i­ca GSM e che man­ter­rà sot­to con­trol­lo il ter­ri­to­rio 24 ore su 24. a spe­ciali pat­tuglie del­la Polizia Urbana il com­pi­to di inter­venire sul pos­to in caso di allarme. Pat­tuglie questo che, nonos­tante il loro com­pi­to sia quel­lo di pron­to inter­ven­to non mancher­an­no di oper­are anche all’interno del ter­ri­to­rio procu­ran­do quin­di una ulte­ri­ore situ­azione di sicurez­za anche stradale. Indi­ret­ta­mente quin­di ver­rà svol­ta anche un oper­azione di pre­ven­zione con­tro la micro­crim­i­nal­ità e, specie durante il peri­o­do esti­vo, con­tro i fra­cas­soni che rov­inano la qui­ete not­tur­na e col­oro che han­no pre­so l’incivile abi­tu­dine di uti­liz­zare le strade del­la Valte­n­e­si come piste da cor­sa o per l’. Vale la pena di ricor­dare che per il 19 gen­naio prossi­mo, alle ore 20, gli ammin­is­tra­tori dei comu­ni del­la Valte­n­e­si han­no indet­to un incon­tro (nel­la sec­on­da parte si trasformerà in con­viviale), con tutte le rispet­tive popo­lazioni, che si ter­rà al Monas­tero di Soiano. Un incon­tro che servirà anche, oltre che per scam­biar­si gli auguri di un buon anno nuo­vo, per spie­gare ques­ta ed altre inizia­tive che i Comu­ni stes­si, in procin­to di riu­nir­si in una nuo­va Asso­ci­azione, inten­dono portare aven­ti nel prossi­mo futuro.

Parole chiave: