Le «scale di monta» anche alla centrale Enel di Torbole

Semaforo verde per le trote

12/08/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
gl.m.

Han­no pre­so il via nei giorni scor­si i lavori del­l’ul­ti­mo trat­to di «autostra­da», quel­lo che con­sen­tirà alle trote di lago di risalire la cor­rente del Sar­ca per andare a deporre le uova in ter­ri­to­rio droa­to, ambi­ente ide­ale per la ripro­duzione di questi pesci. Quel­la delle scale di mon­ta nel fiume era un’­opera atte­sa da decen­ni da pesca­tori ed ambi­en­tal­isti, pre­oc­cu­pati per la pos­si­bile estinzione del­la tro­ta lacus­tre. Real­iz­za­ti, su inizia­ti­va dei servizi ripristi­no ed opere idrauliche del­la Provin­cia, i pri­mi due stral­ci (in local­ità Mala­pre­da, tra Arco e Ceni­ga, e alla pesci­coltura Man­del­li del Lin­fano) all’ap­pel­lo man­ca­va soltan­to il trat­to anti­s­tante la cen­trale di Tor­bole, ver­so la spon­da destra che ricade in ter­ri­to­rio arcense. Gra­zie alla celer­ità del­l’uf­fi­cio tec­ni­co di Arco, che ha rilas­ci­a­to a tem­po di record le nec­es­sarie autor­iz­zazioni, l’Enel ha provve­du­to ad iniziare i lavori di costruzione delle pic­cole vasche. Le con­tin­ue emer­gen­ze di questo peri­o­do, però, han­no ral­len­ta­to l’ese­cuzione del­l’­opera. Ieri mat­ti­na, final­mente, sono state allestite le opere murarie. La con­clu­sione vera e pro­pria del­l’in­ter­ven­to è pre­vista nel giro di qualche set­ti­mana. Dal­la prossi­ma pri­mav­era, per­tan­to, le trote lacus­tri non incon­tr­eran­no più osta­coli nel­la loro risali­ta del fiume. «Questo tra­guar­do — ha com­men­ta­to l’asses­sore all’am­bi­ente di Arco Fab­rizio Miori — s’in­serisce in un prog­et­to ben più ampio final­iz­za­to alla riqual­i­fi­cazione del fiume Sar­ca e alla real­iz­zazione del tan­to cita­to par­co flu­viale. Tut­to questo, ovvi­a­mente, è lega­to ad un aumen­to del­la por­ta­ta del­l’ac­qua. Una sfi­da davvero stimolante».