Serate di Nomadelfia a Lazise

02/08/2015 in Attualità
Di Sergio Bazerla

Dopo il suc­ces­so riscon­tra­to nei giorni scor­si a Bus­solen­go ora il mes­sag­gio di fra­ter­nità si trasferisce a Lazise con le “Ser­ate di Nomadelfia”. L’ap­pun­ta­men­to è per domeni­ca 2 agos­to alle 21,30 al par­co giochi di via Pra del Principe in zona parcheg­gio Mar­ra. Entra­ta gratuita.

La comu­nità di Nomadelfia, una strut­tura volu­ta e fon­da­ta da Don Zeno Salti­ni, a pochi chilometri da Gros­se­to è una civiltà fon­da­ta sul Van­ge­lo ed è for­ma­ta da un ” popo­lo” di cat­toli­ci che con­ta una cinquan­ti­na di famiglie. La comu­nità si aggi­ra intorno alle 300 per­sone. Tut­ti i beni sono in comune, non esiste pro­pri­età pri­va­ta, non cir­co­la denaro, i ragazzi fre­quen­tano le scuole interne fino ai 18 anni.

Danze e fig­u­razioni acro­batiche sono il tema che i ragazzi del­la comu­nità gros­se­tana por­tano all’at­ten­zione del pub­bli­co. Con lo spet­ta­co­lo inten­dono far conoscere la comu­nità, lo stile di vita, l’azione evan­gel­i­ca che sot­tostà al mes­sag­gio nomadelfino.

La com­pag­nia sta giran­do l’in­tera peniso­la ital­iana con diver­si spet­ta­coli dis­lo­cati nei cen­tri tur­is­ti­ci più rino­mati pro­prio per portare il mes­sag­gio che Don Zeno ha coni­a­to anco­ra nel lon­tano 1948 quan­do fondò la pri­ma comu­nità nell’ ex cam­po di con­cen­tra­men­to di Fos­soli, vici­no a Carpi: Dove la fra­ter­nità è legge.

Ser­gio Bazerla