Un’estate in piena sicurezza per i turisti di Sirmione. Verranno mobilitati la Croce rossa e i motosoccorritori della Croce bianca. Dai primi di giugno in servizio l’idroambulanza con il «118»

Sul Garda scatta l’estate sicura

07/05/2005 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Dal mese di giug­no fino alla fine di set­tem­bre per inizia­ti­va dell’amministrazione comu­nale pren­derà infat­ti il via il pro­gram­ma «Estate sicu­ra» che vede dis­lo­cati sul­la ter­rafer­ma e in acqua mezzi ed uomi­ni del pron­to inter­ven­to. Il prog­et­to, caldeg­gia­to dall’assessore alla sicurez­za Mas­si­mo Padovan e dal­la con­sigliera Rober­ta Bisoli, vede l’impiego dell’idroambulanza del­la , le moto soc­cor­so del­la Croce Bian­ca e la parte­ci­pazione di infer­mieri pro­fes­sion­ali apparte­nen­ti alla cen­trale oper­a­ti­va del «118» di Bres­cia. Inoltre, a fornire mag­giore sicurez­za al cen­tro stori­co di Sirmione ci sarà anche un’autoambulanza del­la Cri di Desen­zano che presterà servizio, però, nelle gior­nate fes­tive. Quest’anno, inoltre, c’è un’altra novità. Il Coman­do Provin­ciale dei Vig­ili del Fuo­co ha dota­to il dis­tac­ca­men­to di volon­tari di Riv­oltel­la di un vei­co­lo di soc­cor­so che, tenu­to con­to delle sue ridotte dimen­sioni, sarà in gra­do di cir­co­lare anche tra le viuzze del cen­tro anti­co. Si trat­ta di uno dei due mezzi il cui acquis­to è sta­to deciso dai Comu­ni ader­en­ti all’associazione pro­prio per con­sen­tire, in caso di emer­gen­za, l’ingresso di una mini-auto­botte nei cen­tri stori­ci dei pae­si del bas­so Gar­da, le cui piazze e vie sono gen­eral­mente anguste. E pro­prio per met­tere a pun­to il pro­gram­ma di sicurez­za i Vig­ili del Fuo­co han­no effet­tua­to nei giorni scor­si un sopral­lu­o­go a Sirmione per ver­i­fi­care l’efficienza del­la rete degli idran­ti a nord del castel­lo scaligero.

Parole chiave: