Chiara Di Vinci eletta Miss Cinema Lombardia

Una Miss a Padenghe

Di Luca Delpozzo
ldp

Abi­ta a Padenghe sul Gar­da la neoelet­ta Miss Cin­e­ma Lom­bar­dia Chiara Di Vin­ci. L’incoronazione è avvenu­ta saba­to al Mas­cara di Man­to­va, alla pre­sen­za del­la stes­sa Miss Italia in car­i­ca. Una vit­to­ria, come si suol dire, con­quis­ta­ta sul cam­po gra­zie alla bellez­za ed alla nat­u­ralez­za di Chiara, 17enne, nata a Desen­zano, dove fre­quen­ta l’Itc nel ramo oper­a­tori tur­is­ti­ci, alta 1 metro e 70, cap­pel­li cas­tano scuri ed occhi azzur­ri. Un tito­lo «suda­to» anche per­ché a Man­to­va la con­cor­ren­za era fol­ta e… alta­mente qual­i­fi­ca­ta. In palio cinque titoli, ma solo uno, quel­lo con­quis­ta­to da Chiara, por­ta­va dirit­to dirit­to alle pre­fi­nali nazion­ali di San Benedet­to del Tron­to. Ora per Chiara è inizia­to il lun­go peri­o­do di atte­sa e di sog­ni. La potremo rivedere sul pal­co di Desen­zano il prossi­mo 19 agos­to in occa­sione del­la finale regionale di Miss Italia. Molti i con­sigli a «rimanere con i pie­di per ter­ra» che le ven­gono da più par­ti, ad iniziare dal padre Bruno, noto per­son­ag­gio nel mon­do dell’aviazione. La stes­sa miss Italia Mani­la Naz­zaro al ter­mine del­la cer­i­mo­nia di incoro­n­azione ha, anco­ra una vol­ta, ripetu­to quel­la frase che ora­mai da ogni parte arri­va alle aspi­ran­ti Miss Italia e di altri con­cor­si di bellez­za: «Non las­ci­at­e­vi pren­dere dall’euforia, pren­dete il con­cor­so per un gio­co, non pren­de­tevela e non arrab­bi­at­e­vi, accettate, comunque esso sia, il respon­so finale».