Un’ordinanza del sindaco, bisogna uniformarsi entro il 7 gennaio

Via i teli verdi, sfregio al panorama

Di Luca Delpozzo
se.za.

Il sin­da­co di San Felice, Gian­lui­gi Mar­silet­ti, ha emes­so un’or­di­nan­za con­tro i teloni di col­ore verde, che ven­gono spes­so usati in cam­pagna. I pri­vati devono toglier­li entro i pri­mi giorni di feb­braio. «Sul nos­tro ter­ri­to­rio esiste un vin­co­lo ambi­en­tale e pae­sag­gis­ti­co — ram­men­ta il sin­da­co -. Ci sono quadri panoram­i­ci nat­u­rali di par­ti­co­lare bellez­za, con pun­ti di visuale o di belvedere acces­si­bili e fruibili da parte di tut­ti. Purtrop­po la godi­bil­ità è forte­mente lim­i­ta­ta o addirit­tura impedi­ta da ele­men­ti di pro­tezione e di recinzione delle pro­pri­età, cos­ti­tu­iti da teli plas­ti­fi­cati di col­ore verde e da ogni altro ele­men­to non autor­iz­za­to». Da qui l’in­vi­to cat­e­gori­co a toglier­li, altri­men­ti provved­er­an­no i vig­ili urbani, o chi per essi. I man­i­festi che richia­mano i pri­vati a elim­inare i teloni per sal­va­guardare il verde e l’am­bi­ente sono com­par­si in paese già da qualche set­ti­mana. Il ter­mine per­en­to­rio scade il 9 feb­braio. Poi si tir­eran­no le somme del­l’­op­er­azione, e, in base alla rispos­ta dei pro­pri­etari, si pren­der­an­no even­tu­ali ulte­ri­ori deci­sioni. San Felice è una delle per­le del­la Valte­n­e­si, con la frazione di Cisano che si spec­chia nel gol­fo di Salò e Portese di fronte all’iso­la del­la famiglia Cavazza.