Nominati cinque dei sette membri del CdA

Vigilio Bettinsoli nuovo presdiente della d’Annunzio SPA

14/05/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Sta­mat­ti­na, poco dopo le 11, l’assemblea degli azion­isti del­la D’Annunzio SpA riu­ni­tasi nel­la sede dell’aeroporto bres­ciano, ha indi­ca­to in 7 il numero dei com­po­nen­ti del nuo­vo Con­siglio di Ammin­is­trazione, nom­i­nan­done cinque e las­cian­do disponi­bili due posti per l’eventuale futu­ra nom­i­na dei pro­pri rap­p­re­sen­tan­ti da parte degli azion­isti Cam­era di com­mer­cio e Provin­cia di Bres­cia, oggi assenti.I con­siglieri nom­i­nati dal socio Cat­ul­lo SpA, che detiene l’85% del­la pro­pri­età, sono Vig­ilio Bet­tin­soli, Pier­lui­gi Angeli e Pao­lo Cav­a­liere – già pre­sen­ti nel CdA uscente – ai quali van­no ad aggiunger­si Michelan­ge­lo Dal­la Riva, vice seg­re­tario gen­erale del­la Cam­era di Com­mer­cio di Verona e Mar­co Tot­toli, diret­tore gen­erale di Asso­ca­mu­na, l’Associazione degli impren­di­tori del­la Val­le­ca­mon­i­ca, Sebi­no, Val­cav­al­li­na e Val di Scalve.La car­i­ca di pres­i­dente è sta­ta affi­da­ta al bres­ciano Vig­ilio Bet­tin­soli men­tre vice pres­i­dente è Pier­lui­gi Angeli, pres­i­dente uscente e vice pres­i­dente del­la Cat­ul­lo SpA.“Abbiamo affida­to la pres­i­den­za del­la D’Annunzio al Pro­fes­sor Bet­tin­soli per­ché rite­ni­amo sia una figu­ra rap­p­re­sen­ta­ti­va del mon­do bres­ciano, gra­di­ta agli altri azion­isti e con un bagaglio di espe­rien­za speci­fi­co mat­u­ra­to all’interno del­la soci­età, fat­tore fon­da­men­tale in questo momen­to par­ti­co­lar­mente del­i­ca­to e impeg­na­ti­vo” ha dichiara­to Fabio Bor­to­lazzi, pres­i­dente del­la Cat­ul­lo SpA.Da parte sua il neo­pres­i­dente ha ringrazi­a­to il socio di mag­gio­ran­za per la nom­i­na promet­ten­do che i suoi pri­mi impeg­ni saran­no quel­li di pro­durre risul­tati pos­i­tivi per la soci­età e di prodi­gar­si per creare una fat­ti­va col­lab­o­razione tra gli azion­isti in vista di un obi­et­ti­vo sod­dis­facente per tutti.Il nuo­vo pres­i­dente e il CdA rester­an­no in car­i­ca per i prossi­mi tre anni, fino all’approvazione del bilan­cio soci­etario rel­a­ti­vo all’esercizio 2011.