A Pasquetta parte il «treno bianco»

Volontari da Sirmione a Lourdes

09/04/2004 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
m.to.

A Sirmione e nelle altre local­ità vicine c’è anche chi la Pasqua la trascor­rerà tra i malati che par­ti­ran­no il giorno di in treno alla vol­ta del san­tu­ario del­la Madon­na di Lour­des. Si trat­ta di volon­tari che seguri­ran­no i malati, alcu­ni trasportati in aereo, ma soprat­tut­to sul «treno bian­co» orga­niz­za­to dal­l’U­ni­tal­si. Aiuter­an­no gli ammalati durante il viag­gio e il sog­giorno a Lour­des. «Si va per vivere diver­sa­mente a fian­co dei sof­fer­en­ti — dice Emanuela Bianchi Por­ro, una volon­taria di Sirmione — è un’es­pe­rien­za gioiosa per­ché loro affrontano con seren­ità sia il viag­gio sia il sog­giorno a Lour­des». La cit­tad­i­na garde­sana ha fino­ra dato un notev­ole con­trib­u­to in ter­mi­ni di volon­tari del­l’U­ni­tal­si. Oltre alla sig­no­ra Bianchi Por­ro, van­no citati Anna Zaf­faina, Rena­to Tonio­lo, i coni­u­gi Lavel­li, Loredana Avanzi ed Agnese Righet­ti, quest’ul­ti­ma per tan­ti anni alla gui­da del grup­po. Ogni anno, per motivi com­pren­si­bili, si reg­is­tra una rotazione di per­sone ma il loro numero è pres­soc­chè costante. Il lun­go «treno bian­co» attra­ver­sa l’in­tera regione vene­ta e lom­bar­da, fer­man­dosi nelle local­ità prin­ci­pali, tra queste Desenzano.

Parole chiave: -