venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAttualitàL’Arma ora è anche in vetrina
Cimeli storici al «Bar Centrale», inaugurazione alla presenza del comandante provinciale Cogliano.
Dalla Carica di Pastrengo fino all’attualità. Il sindaco: «Un modo per dire grazie per tutto ciò che fate»

L’Arma ora è anche in vetrina

È stato il colonnello Claudio Cogliano, comandante provinciale dei Carabinieri, a inaugurare ieri mattina a Peschiera la vetrina storica dedicata all’Arma realizzata presso il Bar Centrale.Accanto al sindaco Umberto Chincarini e ad alcuni degli assessori comunali, alla cerimonia hanno preso parte numerosi esponenti del mondo dell’imprenditoria locale insieme ad autorità militari e politiche: tra queste l’onorevole Giampaolo Fogliardi, l’assessore provinciale Luca Sebastiano, Maurizio Bernardi Renzo Franceschini e Giorgio Benamati sindaci rispettivamente di Castelnuovo, Lazise e Pastrengo.La cerimonia è stata ideata e organizzata dal capitano Mario Marino, comandante della Compagnia Carabinieri di Peschiera con l’intento di ricordare e riproporre la storia dei Carabinieri attraverso alcuni oggetti tra cui due preziosi cimeli: una marsina di Grande uniforme da ufficiale e una sella risorgimentale da Carabinieri a cavallo entrambe utilizzate durante la celebre «Carica» di Pastrengo.«Questa di oggi è un’occasione unica per farci gli auguri direttamente. Desidero ringraziare le autorità e personalità intervenute e la cittadinanza di Peschiera del Garda che ci è così vicino», ha detto il colonnello Cogliano. «La vostra presenza, tra cui quella del comandante della scuola della Polizia di stato con cui lavoriamo sempre a stretto rapporto, fa di Peschiera una sorta di “trait d’union” tra il territorio e le sue diverse istituzioni: religiose, cittadine, militari. Un grazie infine ai proprietari di questo esercizio, Marco Menzani e Monica Raimondi, per la disponibilità e ospitalità a questa iniziativa».Chincarini ha contraccambiato il saluto del comandante provinciale e sottolineato il valore dell’iniziativa come «un segno di riconoscenza nei confronti dell’Arma che sentiamo tutti ed è legato al vostro impegno professionale profuso anche per risolvere le piccole cose, quelle che ci aiutano a sentirci comunità. So che questo pensiero è condiviso dai miei colleghi sindaci. Sarebbe anzi opportuno che il ministro dell’Interno, quando viene in visita qui, chiedesse a voi, oltre che a noi, l’opinione sul territorio».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video