giovedì, Luglio 18, 2024
HomeAttualitàPronto il progetto che mette d'accordo tutti
Aumentati gli spazi per la Fraglia Vela, riorganizzati e accresciuti i parcheggi a disposizione anche del Palacongressi. Cantiere chiuso prima del meeting europeo: costa un milione e mezzo

Pronto il progetto che mette d’accordo tutti

Il progetto di riqualificazione del lungo lago nel tratto compreso fra la Fraglia e il Palacongressi è pronto. E la Provincia ha già stanziato (proprio ieri mattina) il milione e mezzo di euro necessario per sistemare quella parte, che sarà il cuore del meeting di settembre dei ministri degli esteri europei. A questo punto servirà giusto il tempo minimo essenziale per avviare gli appalti ed entro il 30 agosto (giura Pietro Matteotti) tutto sarà pronto.La riorganizzazione complessiva dell’area a sud dell’ex stazione delle corriere (che costerà un milione e 270 mila euro) porterà alla fine dei vantaggi notevoli dal punto di vista dei parcheggi (si guadagnerà una cinquantina di posti), della fruibilità per la Fraglia (un pontile raddoppiato e un ampliamento del porto secco), della praticità e della bellezza per il Palacongressi. Ieri il vicesindaco Matteotti ha presentato con soddisfazione il progetto firmato da Sergio Pellegrini, ingegnere capo dell’ufficio tecnico comunale, e dai consulenti Donatini e Lotti. E la soddisfazione non è tanto per il disegno in sè – centrato sull’ordine, sulla funzionalità e sulla “decorazione” vegetale – quanto perchè Matteotti è riuscito a farlo sottoscrivere a tutti i “litiganti”: Fraglia, Palacongressi e Apm, che da tempo si contendevano gli spazi disponibili. Seguendo il progetto da nord verso sud lungo via Maroni, i tecnici hanno previsto un ampliamento dello spartitraffico davanti all’ex stazione delle corriere e lo spostamento del wc automatico. Più avanti sarà realizzata una rotatoria all’altezza del parcheggio accanto al Tiffany che servirà a gestire il traffico diretto alla Fraglia e al Palacongressi. L’ingresso al palazzo e al porto è stato spostato leggermente verso nord, così da ampliare il “porto secco”. Anche il passaggio pedonale è stato spostato poco più a nord, per connettersi direttamente al centro dei giardini all’italiana che verranno sistemati e arricchiti. La Fraglia potrà contare anche su un intervento molto importante e cioè l’ampliamento (praticamente un raddoppio) del molo.Attenzione particolare anche al Palacongressi (che ha già avviato per conto suo un progetto di ampliamento della hall e di un’altra ala). Davanti all’ingresso sarà realizzato un laghetto nel quale si specchieranno i cinque cipressi presenti e poco più avanti sarà creata un’aiola-giardino da 30 metri di diametro. Tutta l’area parcheggi sarà riorganizzata e separata da piante rimovibili (in vaso) in modo da gestire gli spazi a seconda delle necessità: alla fine ci saranno quasi 300 posti auto, alcune decine più di ora. Per eseguire questi lavori vi sarà un’estate di disagi, ma Matteotti spera di chiudere la faccenda Cattoi e poter utilizzare quell’area come parcheggio d’emergenza.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video